Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo invita Papa Francesco per trascorrere la convalescenza in Valsesia
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo invita Papa Francesco per trascorrere la convalescenza in Valsesia

Nei giorni scorsi il papa è stato operato al colon e ora dovrà stare per qualche tempo a riposo.

Papa Francesco

Varallo invita Papa Francesco a trascorrere la convalescenza dall’intervento ai piedi del Sacro monte.

Varallo invita Papa Francesco

Nei giorni scorsi papa Francesco è stato ricoverato per un intervento programmato al colon. Il santo padre sta bene, ma ovviamente dovrà stare a riposo per qualche tempo. Così, il sindaco di Varallo Eraldo Botta ha pensato di invitarlo in Valsesia per trascorrere la convalescenza. Ecco di seguito l’invito inviato direttamente al Vaticano.

LEGGI ANCHE: Papa Francesco recita la preghiera della Brughiera contro il virus

La lettera del sindaco

Caro Papa Francesco,
sono il Sindaco della Città di Varallo, borgo del Piemonte, noto per il suo grandioso complesso monumentale del Sacro Monte, sorto per iniziativa del Beato Bernardino Caimi, che, di ritorno dalla terra Santa, alla fine del 1400, volle ricreare in piccolo i luoghi di Palestina. Al progetto settant’anni più tardi si interessò anche san Carlo Borromeo, che diede nuovo impulso all’opera e la denominò “Nuova Gerusalemme”.

La nostra comunità ha appreso in questi giorni dell’intervento al quale è stato sottoposto, con una buona reazione, ne siamo felici e ora Le auguriamo una pronta guarigione. Per la Sua convalescenza, per trascorrere un periodo di relax, nella quiete di un ambiente naturale suggestivo, per conoscere un luogo dalle valenze artistiche e religiose straordinarie, desidero invitarLa a soggiornare presso l’Albergo del Pellegrino proprio al Sacro Monte di Varallo, dove nel 1984 in occasione della visita pastorale fu ospite anche Papa Giovanni Paolo II e secoli prima, nel precedente conventino, san Carlo Borromeo.

Fiducioso che Lei, Santo Padre, voglia accogliere l’invito e ricevere così l’abbraccio dell’intera comunità valsesiana, resto a Sua disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento. Rinnovando i più sinceri auguri di pronta guarigione, porgo con il mio, il saluto dei miei concittadini.

Eraldo Botta

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *