Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Borgosesia materasso e bombola buttati tra gli alberi a Bettole
Cronaca Borgosesia e dintorni -

Borgosesia materasso e bombola buttati tra gli alberi a Bettole

Poco distante è stata trovata anche una batteria per auto.

borgosesia materasso

Borgosesia materasso e rifiuti pericolosi lasciati nei boschi di Bettole: proseguono gli abbandoni di immondizia.

Borgosesia materasso nei boschi

L’inciviltà non conosce limiti. Nelle ultime settimane sono cresciuti gli abbandoni di rifiuti, e spesso ingombranti, nei boschi delle frazioni di Borgosesia. Un fenomeno che resta difficile da arginare, nonostante le multe inflitte dal Comune a chi viene colto sul fatto o identificato dopo le verifiche. Questa volta qualcuno ha pensato bene di liberarsi di un materasso (e altro materiale) nella zona di Bettole.

Batterie e bombole

I rifiuti sono stati gettati nella riva verso il torrente Strona, all’altezza della stradina che scende verso parco Vidoni e il capannone del carnevale, all’uscita dalla frazione lungo la provinciale per Grignasco. Oltre al materasso ci sono una bombola del gas e altri rifiuti. L’abbandono è recente, essendo la zona anche abbastanza in vista: probabile che i responsabili si siano fermati nella piazzola a bordo strada e da lì abbiano lanciato il tutto oltre il muretto. A pochi metri è stata scaricata anche una batteria per auto. Al Comune non è rimasto altro che occuparsi della pulizia, con il personale della Seso; sono comunque stati avviati gli accertamenti per cercare di risalire agli autori.

Gli altri episodi

E’ l’ennesimo caso di inciviltà che colpisce le frazioni di Borgosesia. In poche settimane diversi episodi ravvicinati: con mobili di casa e altro materiale lasciati a Orlongo e Albergate, l’abbandono di una cinquantina di impronte dentali a Calco Superiore (e per questi tre è stato individuato il responsabile, raggiunto dalla sanzione prevista dal regolamento comunale), più recentemente ingombranti scaricati a Lovario e nei boschi di località Ruffino. Quando sarebbe altrettanto semplice portare tutto al centro di raccolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente