Seguici su

Cronaca

Matrimonio “combinato”: i Carabinieri interrompono la cerimonia

Pubblicato

il

grignasco primo

L’unione, scoperta nel Cuneese, per rinnovare i permessi di soggiorno

Potrebbe sembrare la scena di un film quella che si è svolta nel municipio di un paese del Cuneese: i Carabinieri che irrompono sulla scena di un matrimonio civile, davanti al sindaco, pochi minuti prima del “sì”. Il blitz dei militari è scattato dopo avere scoperto che i due sposi, un marocchino di 28 anni e una rumena di 43, si erano conosciuti solo attraverso una chat e si erano accordati per un matrimonio volto al rinnovo del permesso di soggiorno. Si erano incontrati per la prima volta solo pochi giorni prima. I Carabinieri indagano ora per individuare eventuali intermediari. La coppia è stata denunciata per false dichiarazioni a pubblico ufficiale e permanenza illegale in Italia.