Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > GALLERY: il ”grazie” di Valduggia a don Dante, parroco dal 1967
Cultura e turismo Borgosesia e dintorni -

GALLERY: il ”grazie” di Valduggia a don Dante, parroco dal 1967

Il vescovo: «Ha saputo costruire una comunità forte e ricca di sentimento»

Valduggia in festa per il novantesimo compleanno e per i cinquant’anni da parroco del paese di don Dante Airaga. Per l’occasione la messa è stata celebrata dal vescovo Franco Giulio Brambilla e la chiesa è stata gremita. Il pranzo organizzato al salone polivalente ha riunito 250 commensali.

Durante la messa sono state molte le persone che hanno voluto ringraziare il sacerdote: «Non capita tutti i giorni di festeggiare i cinquant’anni di sacerdozio di un parroco in un stesso paese – ha introdotto don Ezio Caretti, prevosto di Borgosesia – Vedere oggi così tanti fedeli credo sia la dimostrazione che don Dante ha fatto e sta ancora facendo moltissimo per questo paese». E a Valduggia c’era anche monsignor Brambilla: «Sono felice di essere qui oggi tra voi perchè la motivazione è più che valida – ha detto il vescovo -. In questo mezzo secolo don Dante è stato capace di costruire una comunità forte e ricca di sentimento. Ha creato un forte legame con tutti voi, sia nei momenti positivi che in quelli tristi e amari. Non posso che invitarlo a “resistere” perchè Valduggia ha bisogno ancora di te».

Anche i cittadini hanno testimoniato il loro affetto al sacerdote: «Noi parrocchiani ci sentiamo privilegiati – ha sottolineato una parrocchiana a nome del paese – ciascuno di noi nella vita, in tempi diversi, ha potuto conoscere la sua generosità umana, e ha potuto contare su don Dante». Un ricordo è giunto anche da Zuccaro dove don Dante fu parroco per alcuni anni dopo l’arrivo da Suna di Verbania, suo primo incarico. A consolidare il forte legame, i valduggesi hanno fatto omaggio al sacerdote di un pellegrinaggio e al vescovo di una raccolta di libri su Valduggia. Presenti alla funzione gli amministratori dei Comuni di Valduggia, Cellio e Breia, e una rappresentanza dell’ordine delle suore che in passato hanno prestato servizio in casa di riposo e asilo. La messa è stata animata dai canti della corale “Alessandro Novali” e del coro parrocchiale giovanile di Valduggia.