Politica Borgosesia e dintorni -

Viabilità ed ex scuole: l’opposizione di Borgo punta il dito su Bettole

I consiglieri di “Bentornata Borgosesia” hanno presentato una serie di richieste per alcune situazioni che riguardano la frazione.

Viabilità ed ex scuole di Bettole: sono alcuni dei temi al centro dell’attenzione del gruppo di minoranza “Bentornata Borgosesia”.

Viabilità ed ex scuole

Il gruppo di minoranza “Bentornata Borgosesia” punta l’attenzione su Bettole. I consiglieri comunali Sara Costa, Marco Antoniotti, Giovanni Donati, hanno presentato al sindaco Fabrizio Bonaccio e agli assessori competenti una serie di richieste per alcune situazioni che riguardano la frazione.
“Bentornata Borgosesia” torna sulla questione della sicurezza dei residenti di Bettole dovuta alla velocità dei mezzi che attraversano il tratto in strettoia. Ricordando che negli anni passati «sono stati posizionati tre semafori per agevolare l’attraversamento, ma per strane normative italiane non utili a fermare chi percorre il tratto e velocità superiore ai 30 chilometri orari e chi attraversa con il rosso, e due passaggi pedonali rialzati che solo in parte assolvono il loro compito», i consiglieri del gruppo di opposizione chiedono all’amministrazione comunale quali siano «le intenzioni per risolvere definitivamente il problema: se provvedendo ad altre soluzioni o modificando le attuali».

LEGGI ANCHE: Borgosesia volontari ripuliscono l’area della chiesetta di Bettole

Le ex scuole

Gestione e condizioni dello stabile che ospitò le scuole e l’asilo della frazione sono al centro di una seconda interpellanza. «Sino al 2017 i locali erano gestiti dai Terrieri e gli spazi ospitavano associazioni e l’organizzazione di eventi – scrivono Costa, Antoniotti e Donati -. La gestione è poi passata all’amministrazione comunale che, nell’opuscolo di fine mandato elettorale, inserisce tra i meriti la “riqualificazione delle ex scuole di Bettole”». Diversa è la considerazione del gruppo “Bentornata Borgosesia” sulle condizioni dello stabile: «Sporcizia, disordine, calcinacci che si staccano, locali fatiscenti e dismessi, cortile usato come discarica più che posteggio. Insomma, un immobile in stato di abbandono, non di certo rivalutato come si è voluto far credere alla cittadinanza». Su queste basi, i consiglieri chiedono di conoscere programmi e tempi «per riportare in condizioni decorose il fabbricato, anche stilando un regolamento per la gestione degli spazi comuni e mettendo in sicurezza il cortile».
Con l’interpellanza, i consiglieri avanzano anche la proposta di «ristrutturare una parte dell’ex asilo oggi inutilizzata per destinarla a ostello attrezzato per ospitare chiunque ne avesse la necessità, a cominciare dai ricercatori dell’Università di Ginevra che ogni anno svolgono attività di scavo nel parco del monte Fenera».

Il capannone

Infine, i rappresentanti di “Bentornata Borgosesia” puntano l’attenzione sui capannoni utilizzati dai rioni per la costruzione delle opere del carnevale. Sia il nuovo immobile che quello precedente ora non più utilizzato.
Sul nuovo, ubicato in località San Gaudenzio, i consiglieri si fanno portavoce di alcune lamentele sul degrado dell’immobile quali «copertura fatiscente, impianti non a norma, mancanza di sistemi di sicurezza, difficoltà di manovra». Viene pertanto richiesta una relazione scritta dettagliata sull’operazione condotta dall’amministrazione comunale, con copia della relativa documentazione quale planimetria e dati catastali, atto di acquisto, progetto di adeguamento e accatastamento, delibere di giunta e consiglio, progetto di messa in sicurezza di impianto elettrico e sistemi antincendio, domanda presentata ai vigili del fuoco per l’ottenimento delle autorizzazioni, regolamento per l’utilizzo degli spazi, e prospetto riepilogativo dei costi sostenuti dall’acquisto per manutenzioni e adeguamenti.
Sul vecchio capannone utilizzato sino a pochi anni fa dal rione Bettole per le proprie attività, e ora dismesso dopo aver subito danni rilevanti dall’alluvione di due anni fa tali da minarne la stabilità, i consiglieri di minoranza chiedono di conoscere i progetti per l’area «al fine di renderla un buon biglietto da visita per chiunque arrivi a Borgosesia», suggerendo la possibilità di «creare un’area camper utile a promuovere il turismo nel vicino parco del monte Fenera oltre a un’area verde attrezzata».

4 Commenti

  • Caliperno ha detto:

    La soluzione sarebbe quella di costruire una strada che tagli fuori quell’orrore urbanistico che è la strada che passa in mezzo a Bettole. I dossi ci sono dagli anni 90 i semafori sono arrivati qualche anno dopo e gli uni e gli altri non sono mai serviti a nulla se non creare disagi. Bettole è un tappo, un collo di bottiglia.

    • roberto ha detto:

      ESATTO !!!!!
      ma se gli amministratori comunali non lo capiscono queste cose come fanno a far funzionare il cervello x migliorare la situazione ? neanche se gli metti un miliardo davanti al naso riescono a trovare un progetto nuovo di viabilità, pensano solo al carnevale e bottiglie di vino e allegria.
      è cosi semplice, con il cosiddetto PNRR che ci danno l’europa, non siamo capaci di fare una bella rotonda di deviazione , proprio appena dopo salumificio franchi e fare una bella circonvallazione e rientrare dove c’è il capannone del carnevale con una bella rotonda anche li.
      NON E DIFFICILE !!!!!
      e la voglia che manca, oh a qualcuno disturba troppo, boh affari vostri, chi guida corre e se ne fotte della strettoia

  • gilberto ha detto:

    roberto , guarda che passa il vicesindaco da bettole, e se ti legge , che sicuramente ti legge, vedrai che lo faranno !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.