Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia volontari ripuliscono l’area della chiesetta di Bettole

Si tratta di un monumento di valore storico e simbolico da salvaguardare.

Borgosesia volontari ripuliscono l'area della chiesetta di Bettole

Borgosesia volontari al lavoro a Bettole: ripulita l’area della chiesetta di Santa Maria al ponte di San Quirico.

Borgosesia volontari a Bettole

Volontari al lavoro per prendersi cura della chiesetta di Santa Maria al ponte di San Quirico di Bettole. La struttura è ormai accessibile soltanto da un sottopasso, dopo che il sentiero che fiancheggiava il greto del fiume è stato spazzato via dall’ultima piena. Nel corso dei secoli, oltre alla funzione primaria di edificio religioso, aveva rivestito anche quello di sosta, posto di controllo nei periodo della peste, porta di accesso alla Valsesia. Si tratta quindi di un monumento di valore storico e simbolico da salvaguardare.

LEGGI ANCHE: Borgosesia ricorda René Bianchi, storico sacrestano di Bettole

L’intervento

Nel 1995, con la collaborazione dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Corrado Rotti, del parroco di Bettole don Luigi Franco, di privati e associazioni, l’edificio era stato oggetto di un impegnativo intervento da parte della commissione “Montagna antica montagna da salvare” in occasione del cinquantesimo di fondazione della sottosezione di Borgosesia del Cai. Il tetto completamente sfatto lasciava in balia delle intemperie la parte interna affrescata e il locale retrostante, e davanti al fabbricato erano rimasti soltanto i resti di un portico totalmente distrutto da un incendio. Si provvide pertanto al rifacimento dei due tetti (dell’edificio e del portico) e alla pulizia degli affreschi interni e alla ricollocazione degli stucchi staccati, a cura di Luisa Jonfer, allora presidente della commissione.

Le ultime attività

Nel 1996 l’edificio venne donato al Comune di Borgosesia e per parecchi anni se ne prese cura il circolo Terrieri, ora sciolto. Ultimamente rovi e alberi ad alto fusto stavano per soffocare la chiesetta, purtroppo soggetto anche ad atti di vandalismo, come la distruzione del piccolo altare.
Lunedì 2 agosto alcuni componenti della commissione del Cai e del circolo hanno provveduto a ripulire l’area circostante, sotto il ponte della ferrovia, con l’auspicio che interventi successivi più frequenti possano garantirne la sopravvivenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.