Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Vicesindaco Pray si dimette: voglio tempo per fare il nonno
Politica Sessera, Trivero, Mosso -

Vicesindaco Pray si dimette: voglio tempo per fare il nonno

Questa sera, in consiglio comunale, il passaggio di consegne a Marcella Fina.

Pray ex vice sindaco

Vicesindaco Pray lascia il suo posto per dedicare più tempo alla sua famiglia in questo momento storico particolare.

Vicesindaco Pray, le dimissioni

Passaggio di testimone all’interno della giunta a Pray: il vice sindaco Gianfranco Mencattini si è dimesso e ha ceduto il posto a Marcella Fina. Resta comunque attivo in Comune perché ha tenuto la delega all’ambiente. «In tempi di Coronavirus con le scuole chiuse c’è bisogno dei nonni. E così ho deciso di lasciare il mio incarico». Nei giorni scorsi Mencattini ha informato il sindaco Gian Matteo Passuello e la sua giunta. La sostituzione sarà formalizzata in sede di consiglio comunale durante la seduta di questa sera. «In tutti i lavori che ho fatto mi sono sempre impegnato al cento per cento – racconta Mencattini -. Mia figlia abita a Masera e a partire da questa settimana passerò con mia moglie più tempo in Ossola per guardare il nostro nipotino. Per via del Coronavirus le scuole rimangono chiuse, i genitori riprendono a lavorare e c’è bisogno dei nonni».

Il contributo

Mencattini comunque garantirà il suo pieno appoggio al gruppo: «Abbiamo giovani in gamba che devono fare crescere. Visto questo nuovo impegno ho deciso di fare un passo indietro, rimarrò per dare un consiglio o come “memoria storica”. Manterrò la delega all’ambiente e continuerà a fare parte del Cda del Cosrab. Alla fine è una situazione in cui vincono tutti: i giovani in gamba possono prendere in mano la situazione, io rimango come appoggio e proseguirò a interessarmi anche del tema rifiuti». Mencattini aveva già annunciato al proprio gruppo che la sua avventura non sarebbe proseguita in amministrazione: «Il nostro obiettivo era la fusione con Coggiola, poi per via del Coronavirus non siamo riusciti a organizzare incontri e quindi il progetto non andrà in porto. Avevo già detto al mio gruppo che in caso di fusione non mi sarei ricandidato nel nuovo Comune proprio per lasciare spazio ad altri. Di fatto, ho solo anticipato i tempi».

Il bilancio

In questi anni Mencattini è stato in prima linea per sistemare i conti del Comune: «Credo di aver fatto un grande lavoro per diminuire l’indebitamento dell’ente anche grazie alla collaborazione degli uffici. Lascio una situazione soddisfacente, poi abbiamo in Comune per la ragioneria la responsabile Patrizia Fusaro che è una sicurezza. La gestione finanziaria è in mani capaci». Quello dell’11 maggio sarà il suo ultimo consiglio da vice sindaco e sarà l’ultimo bilancio a cui ha lavorato: «Non ho velleità di fare carriera politica o amministrativa. A me interessa il lavoro, fare bene e credo di esserci riuscito».

Il sindaco

Il sindaco Gian Matteo Passuello perde un compagno di viaggio visto che Mencattini era con lui sin dal primo mandato: «Ringrazio di cuore, a nome di tutta l’amministrazione comunale, Gianfranco Mencattini, per il sapiente lavoro svolto in questi anni, finalizzato alla riduzione del debito e l’attenta quadratura del bilancio comunale, alla gestione del settore ambiente, nella tematica della riorganizzazione della raccolta rifiuti, con l’ottenimento di brillanti risultati nella percentuale di raccolta differenziata nel nostro Comune, oltre a lavorare intensamente alla predisposizione e stesura di innumerevoli regolamenti comunali».
Come accennato, il doppio incarico di vice sindaco e assessore al bilancio invece passerà a Marcella Fina, new entry della politica valsesserina che ha mostrato impegno e affidabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente