Notizia Oggi Borgosesia > Senza categoria > Grignasco ricorda Luigi ”113”, ex poliziotto
Senza categoria Serravalle e Grignasco -

Grignasco ricorda Luigi ”113”, ex poliziotto

Aveva 67 anni

Si è spento all’età di 67 anni Luigi Gargaro, conosciuto dalla maggior parte dei grignaschesi come “113” perché aveva lavorato in polizia. L’uomo di origini meridionali da tempo viveva nel Comune novarese. Sono tanti i ricordi che affollano la mente degli abitanti ripensando all’uomo. C’è chi lo ricorda nelle vesti di commerciante. Per anni infatti aveva gestito una latteria con la famiglia in paese. «Dopo l’esperienza in polizia, aveva cominciato a lavorare in una latteria con la moglie e il suocero vicino alla chiesa parrocchiale – racconta Franco Franchi, presidente della sezione Avis di Grignasco -. Proprio dal padre della moglie aveva imparato a preparare i frachet, i tipici formaggini della tradizione casearia valsesiana».

Gargaro era una persona molto attiva nella sezione Avis del paese. «Era uno dei nostri donatori e per tanto tempo è stato componente del gruppo – prosegue Franchi -. Ricordare Luigi significa ripensare a una persona generosa, affabile e sempre disponibile. Aveva sempre il sorriso stampato in volto».

Tra le passioni del grignaschese c’era il carnevale. «Per molti anni Luigi è stato tra i grignaschesi più presenti alle nostre attività e ci rivolgevamo a lui per i frachet che erano davvero buonissimi – sottolinea Alberto Milone, del Comitato carnevale di Grignasco -. Sul bicchiere utilizzato in Truna al posto del nome c’era “113”, numero che era diventato il suo soprannome. Ci mancherà».

Il 67enne stava combattendo da tempo contro la malattia e mercoledì è stato strappato per sempre all’affetto dei suoi cari. Non appena la notizia si è diffusa in paese, molti si sono stretti nel dolore dei familiari. Su Facebook, la nota piazza virtuale, sono stati pubblicate numerose frasi in suo omaggio. Luigi è stato ricordato per il suo sorriso, la sua generosità e naturalemente per i suoi formaggini valsesiani prodotti con cura e attenzione. E pochi giorni fa amici e parenti hanno dato l’ultimo saluto all’uomo. Il funerale è stato celebrato nella chiesa di Bovagliano.

Articolo precedente
Articolo precedente