Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Borgo calcio: secondo rinvio per la gara contro l’Arconatese
Sport Borgosesia e dintorni -

Borgo calcio: secondo rinvio per la gara contro l’Arconatese

I granata fermi per un'altra domenica.

Borgo calcio

Borgo calcio ancora fermo: nemmeno questa domenica si disputerà la gara contro l’Arconatese.

Borgo calcio fermo

Il Borgosesia non scenderà ancora in campo. Nel weekend i granata avrebbero dovuto giocare il recupero della partita contro l’Arconatese, rinviata una prima volta l’1 novembre per covid, ma la società lombarda, sempre alle prese con problemi di positività al virus, ha chiesto e ottenuto un nuovo slittamento. La gara (ma il condizionale è naturalmente d’obbligo) dovrebbe andare in scena il 22. In questa situazione di grande incertezza, duro lavoro per i preparatori atletici delle squadre che devono fare i conti con lunghe pause che di certo non aiutano i calciatori a stare in forma.

Allenamenti online

E’ così che il lavoro viene svolto tramite web per consentire ai ragazzi di mantenere la condizione fisica. Pasquale Verolino, il “prof” che si occupa di far correre i giocatori del Borgo, spiega qual è la situazione al momento: «Purtroppo a causa dell’emergenza Covid e della conseguente interruzione del campionato, il lavoro viene svolto individualmente. Stiamo utilizzando una piattaforma per sottoporre i ragazzi a lavori di forza, attraverso circuiti. Inoltre non mancano gli esercizi di corsa, organici, metabolici e di velocità. Si fa tutto questo per dare un minimo di allenamento ai ragazzi che in questo modo cercano di mantenere un’idonea condizione fisica».
Già in estate si era sperimentato il lavoro a distanza: «Avevamo iniziato con un paio di settimane con gli allenamenti individuali, in modo da poter poi alzare il ritmo nel lavoro sul campo, quando si è ripresa l’attività. Il mio lavoro è molto integrato con quello di mister Prelli, in questo momento invece resta più separato per ovvie motivazioni».

Un buon inizio

Il Borgosesia, sino allo stop, si era dimostrato in forma: «In questo avvio di campionato, avevamo fatto bene. I ragazzi avevano risposto nel migliore dei modi e la condizione atletica era buona. Un ottimo dato è quello dell’assenza di infortuni muscolari ai quali i nostri calciatori non sono stati soggetti. Infatti gli stop sono derivati da infortunio per contrasti, cosa inevitabile nel calcio». Adesso si guarda al futuro: «Dobbiamo far passare questo brutto momento in attesa di poter ritornare a lavorare sul campo. Dovremo essere bravi ad allenarci in questo modo per farci trovare pronti alla ripresa. Certo lavorare da soli è tutta un’altra realtà piuttosto che farlo in gruppo con le dinamiche della squadra. Poi l’assenza di partite non aiuta di certo, visto che disputando le gare si trova la condizione migliore».

Immagine di repertorio

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente