Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia giovane ingegnere in corsa per il premio Bellisario
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia giovane ingegnere in corsa per il premio Bellisario

Un riconoscimento che premia donne per meriti professionali, nel ricordo della dirigente piemontese scomparsa nel 1988.

Borgosesia giovane ingegnere gestionale candidata al premio “Marisa Bellisario”.

Borgosesia giovane ingegnere al premio Bellisario

Una borgosesiana tra le candidate al “premio Marisa Bellisario”, riconoscimento che ogni anno premia donne che si sono distinte a livello nazionale e internazionale nel management, nella scienza, nell’economia e nel sociale. A puntare al riconoscimento per le neolaureate in ingegneria gestionale è Elisa Zanella, nata a Borgosesia il 14 settembre del 1993: «Non pensavo di essere scelta, ma non posso nemmeno nascondere la mia soddisfazione per essere stata contattata – commenta la candidata -. Per i laureati in ingegneria gestionale Marisa Bellisario rappresenta un esempio da seguire, un miraggio. Grande manager, paladina della parità tra i sessi, donna di profonda intelligenza e saggezza, che ha fatto della “meritocrazia” il suo punto di forza, ha lasciato un ricordo indelebile nella società, che resterà nel tempo. Per questo sono grata alla Fondazione per darmi questa opportunità e incrociamo le dita, anche se penso sarà molto dura».

La candidatura

Il premio è nato nel 1989 in ricordo di Marisa Bellisario, dirigente d’azienda piemontese (era nata a Ceva, in provincia di Cuneo, nel 1935) scomparsa l’anno prima. La cerimonia di consegna del “premio Marisa Bellisario”, giunto alla 31° edizione, si svolgerà a Roma venerdì 14 giugno e sarà trasmesso su RaiUno in seconda serata la settimana successiva, venerdì 21 giugno. L’idea di candidare la giovane borgosesiana è stata suggerita alla “Fondazione Bellisario” dal Politecnico di Torino, università che ha visto la crescita formativa e professionale di Zanella: è stato all’università torinese che Zanella si è laureata alla facoltà di ingegneria. Per approfondire gli studi e conoscere meglio le lingue straniere, ha partecipato a un’Erasmus in Brasile e si è trasferita temporaneamente in Svezia. Da un paio di anni Zanella lavora a Torino per la società “Deloitte Touche Tohmatsu”, azienda di servizi di consulenza e revisione, che si contraddistingue in particolare nella consulenza informatica. Sarà ora una commissione di esperti a selezionare le candidate attraverso una valutazione tecnica del curriculum scolastico e delle tesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente