Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Filatura Grignasco la rabbia degli ex dipendenti
Attualità Serravalle e Grignasco -

Filatura Grignasco la rabbia degli ex dipendenti

Lo stabilimento è sotto sequestro e il Comune chiede di metterlo in sicurezza

Filatura Grignasco si scaldano gli animi degli ex dipendenti.

Filatura Grignasco le reazioni dopo il sequestro

La vendita dei fabbricati, per gli ex lavoratori della Filatura, era l’ultima speranza di recuperare i propri soldi, dopo il fallimento. Speranza che ha subito un duro colpo dopo le vicende che hanno portato al sequestro e ad un’indagine su quanto è accaduto negli ultimi mesi.  «Sto aspettando qualcosa come 112mila euro, soldi che, a questo punto, difficilmente riuscirò ad ottenere».

La posizione degli ex dipendenti

Il romagnanese Giuseppe Ruga si fa portavoce del malcontento degli ex lavoratori. Fu uno dei primi ad essere lasciato a casa, nel maggio del 2007. «Da ex dirigente di una delle più importanti aziende mondiali produttrice di filati lanieri – scrive Ruga – mi domando come tutto ciò sia stato tollerato e come sia stato possibile che un’area produttiva grande quanto un paese, sia stata saccheggiata continuativamente per lunghi mesi nell’oggettivo disinteresse della “procedura”, ossia dell’organo dello Stato preposto da anni all’amministrazione straordinaria dell’ex Filatura di Grignasco. Mi domando anche come si sia, o forse è meglio dire, non si sia, attivata la “procedura” che ha la responsabilità amministrativa dell’area industriale grignaschese, per tutelarne gli immobili, rimasti purtroppo le ultime forme di speranza dei creditori (particolarmente ex dipendenti) di riscattare quanto in loro diritto di avere».

I crediti messi nel “passivo”

Ruga spiega perchè gli ex dipendenti vantano crediti così elevati: «Con opinabile e unilaterale decisione, i responsabili della “procedura” decisero di imputare la totalità dei crediti esigibili dagli ex dipendenti alla passività dell’azienda. In parole povere: tutti fuori senza percepire un minimo quattrino relativo alle mensilità pregresse non riscosse o, come nel mio caso e quello di altri colleghi, senza avere neppure un centesimo della liquidazione prevista dal contratto nazionale di categoria».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente