Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Alta Valsesia difende le sue scuole in Regione
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Alta Valsesia difende le sue scuole in Regione

Numerose le pluriclassi nelle scuole primarie

alta valsesia

Alta Valsesia vuole mantenere le sue scuole aperte.

Alta Valsesia per le scuole

Scuole da tenere aperte in alta valle. I paesi dell’alta Valsesia puntano a riconfermare anche per i prossimi anni scolastici i plessi presenti sul territorio per continuare a dare un servizio importante agli alunni e alle famiglie. Proprio in questi giorni diverse comunicazioni da parte degli amministratori sono state inviate in Provincia di Vercelli proprio in previsione dell’anno scolastico 2019/2020. Viene richiesta una apertura in deroga visto che quasi ovunque, per quanto riguarda la primaria, si tratta di pluriclassi.

L’idea di un plesso unico

Ogni piccolo centro scolastico rappresenta un punto di riferimento importante per le famiglie, sarebbe impensabile concentrare tutti i bambini in un unico plesso visto che le distanze da percorrere sono di decine di chilometri, tra l’altro lungo strade che nel periodo invernale diventano anche pericolose a causa del gelo e della neve. Non va dimenticato che in questi anni non sono mancati gli interventi nei vari plessi come a Balmuccia e Cravagliana, proprio per continuare a dare un luogo dove poter studiare. Ma i Comuni si sono impegnati anche a migliorare i servizi di trasporto.

I numeri

A Cravagliana si conferma l’apertura della primaria che conta 11 bambini anche per l’annata 2019/2020. A Boccioleto si punta a riconfermare sia la scuola dell’infanzia che oggi conta dieci iscritti, sia la primaria con una pluriclasse di nove studenti dalla prima alla quinta. Anche Alagna, Balmuccia e Scopello confermano di voler tenere aperto le scuole dell’infanzia e la primaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente