Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia ospita gratis i giovani medici specializzandi
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia ospita gratis i giovani medici specializzandi

Alcuni alloggi di palazzo Castellani saranno a disposizione dell'Asl a questo scopo.

borgosesia ospita

Borgosesia ospita in piazza Mazzini gli specializzandi in formazione nel nosocomio cittadino.

Borgosesia ospita giovani medici

Un aiuto concreto per i giovani medici che intendono specializzarsi all’ospedale di Borgosesia. E’ il Comune che destina a questo scopo alcuni spazi di Palazzo Castellani, in piazza Mazzini. Un espediente per andare incontro alle esigenze dei medici in trasferta e agevolarli affinchè decidano di proseguire la loro attività professionale al Santi Pietro e Paolo. I locali sono al piano secondo dello storico palazzo che si affaccia sulla piazza principale della città, e saranno adibiti ad alloggio a uso foresteria per medici specializzandi in tirocinio nell’ospedale di Borgosesia. La delibera fissa la concessione in comodato all’Azienda sanitaria di Vercelli per il periodo di un anno a decorrere dalla data di sottoscrizione dell’atto.

Un’opportunità

«Ancora una volta confermiamo l’attenzione verso il nostro ospedale – spiega il sindaco Paolo Tiramani -. Con molto piacere offriamo questi spazi abitativi di Palazzo Castellani, certi che sarà un’ottima opportunità per giovani professionisti di conoscere Borgosesia ed anche, mi auguro, i borgosesiani. E’ una scelta a sostegno del progetto formativo dell’Azienda, un progetto che apprezzo molto, che prevede di accogliere nel nostro ospedale giovani medici per seguirne la formazione, con l’auspicio poi che rimangano a proseguire la loro attività lavorativa nel nostro ospedale».

L’Azienda Sanitaria

L’accordo prevede sia a cura dell’Asl occuparsi dell’eventuale adattamento degli spazi alle proprie esigenze, così come della pulizia e della manutenzione ordinaria. «L’ospedale è uno dei servizi fondamentali non solo per la nostra città, ma per l’intero territorio valsesiano – conclude il primo cittadino -, per questo non esitiamo a scendere in campo quando lo riteniamo necessario: abbiamo dato battaglia quando si è trattato di vigilare sul mantenimento dei servizi, ed ora con la stessa determinazione ci impegniamo a sostenere l’Asl in questa iniziativa formativa che dà buone prospettive al Santi Pietro e Paolo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente