Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Casa Belli diventa location per matrimoni: Sara e Giulio primi sposi
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Casa Belli diventa location per matrimoni: Sara e Giulio primi sposi

Nella storica dimora di Mollia si possono ora officiare le cerimonie civili.

casa belli

Casa Belli ospita gli sposi: una prima coppia è stata unita in matrimonio nella storica villa di Mollia.

Casa Belli e i matrimoni

Sposarsi a Casa Belli? Ora è possibile. Proprio lo scorso fine settimana è stata celebrata la prima unione che potrà essere seguita anche da altre coppie. La struttura è una dimora che ha fatto la storia di Mollia e della Valsesia. Magnifica giornata in quel di Mollia domenica 7 luglio. La splendida dimora settecentesca Casa Belli ha ripreso vita per un magico evento: Sara Scarone e Giulio Zanino hanno detto sì, giurandosi amore eterno, tra le mura ricche di storia, dinnanzi al sindaco Marilena Carmellino. La coppia aveva fatto richiesta qualche mese fa, di poter celebrare il proprio matrimonio a Casa Belli, edificio storico di proprietà comunale, ed il Comune si era impegnato a svolgere le pratiche necessarie per accogliere la richiesta.

La cerimonia

Casa Belli, stabile di raffinata bellezza, è stata pulita e riordinata con il prezioso aiuto della popolazione molliese, ed impreziosita da fiori di campo, è stata teatro di una cerimonia semplice ma profondamente toccante. Dopo il sì un brindisi all’aperto nel bel prato antistante, e nel mentre gli invitati hanno avuto la possibilità di visitare le altre preziose stanze dell’edificio, oltre al salone principale dove si è svolta la cerimonia, tutte mantenute nella loro originale natura. Di particolare nota al pian terreno l’aula scolastica, dove i molliesi più anziani hanno
imparato a leggere e scrivere. Giulio e Sara hanno aperto le porte alla loro nuova vita insieme da marito e moglie, ma la loro richiesta ha anche aperto la possibilità ad altre coppie di poter vivere la magia di quel giorno in una cornice magica, dove la storia florente della famiglia Belli nei tempi che furono, non può che essere di buon auspicio alla nuova vita coniugale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente