Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Centro Milanaccio rinasce: tetto, vasca e giardini da rimettere a nuovo
Attualità Borgosesia e dintorni -

Centro Milanaccio rinasce: tetto, vasca e giardini da rimettere a nuovo

I lavori dovrebbero iniziare ad agosto: «Il centro sportivo resterà sempre aperto». La seconda fase riguarderà la piscina

Centro Milanaccio rinasce: tetto, vasca e giardini da rimettere a nuovo. Per chi utilizza il Centro sportivo l’aspetto importante è che l’attività proseguirà regolarmente senza mai chiudere.

Centro Milanaccio rinasce: tetto, vasca e giardini da rimettere a nuovo

«Si potrà iniziare entro i primi di agosto – assicura l’assessore comunale Costantino Bertona al patrimonio -. Abbiamo individuato il lavoro più urgente nel rifacimento della copertura. In alcuni punti dell’impianto si verificano infiltrazioni d’acqua in caso di pioggia, quindi è necessario risolvere il problema prima di intraprendere qualsiasi altro tipo di intervento. La gara d’appalto è già in corso, attendiamo l’assegnazione. Si procederà coibentando l’attuale copertura e posandovi sopra un secondo rivestimento: in questo modo la copertura sarà doppia a protezione dell’intera struttura. Si dovrebbe realizzare tutto in un paio di mesi durante i quali il Milanaccio proseguirà regolarmente l’attività verso gli utenti».

LEGGI ANCHE Centro Milanaccio passa al Comune: ora via alla ristrutturazione

Giardino e piscina

Nel frattempo sono stati realizzati alcuni lavori di manutenzione del verde: «Si è proceduto con il taglio di alcune piante – spiega l’assessore – e, questa settimana, saranno sistemate le siepi a ridosso dei campi da tennis».
La tabella di marcia prevede già una seconda fase della ristrutturazione: «Oltre alla copertura, abbiamo individuato il rinnovo della piscina come secondo passaggio – anticipa Bertona -. Sarà un lavoro cospicuo, da 250mila euro. E in programma abbiamo già molto altro, come la realizzazione di impianti per il trattamento dell’aria, migliorie ai campi da tennis e al sistema di riscaldamento, sostituzione dei serramenti, per arrivare infine al recupero dell’area esterna adibita un tempo a bocce e minigolf. La strada è tracciata, e contiamo di portare a termine il progetto nel giro di due o tre anni e di restituire a Borgosesia e alla Valsesia un impianto sportivo che sia un autentico gioiello».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente