Attualità Borgosesia e dintorni -

Cordar Valsesia: c’è poca acqua, evitare ogni spreco

A rischio sono soprattutto i paesini di montagna.

Cordar Valsesia: «Dove si può risparmiare acqua è bene farlo. Bisogna cercare di consumare il meno possibile».

Cordar Valsesia, la situazione acqua

Carenza idrica: la zona non registra al momento criticità acute, ma sarà un’estate difficile. A parlare chiaro è Paolo Croso, presidente di Cordar Valsesia spa, l’azienda che si occupa dalla metà del 2003 della gestione del servizio idrico integrato in 33 comuni ubicati nelle province di Biella e di Vercelli. «Per ora non si registrano particolari emergenze – spiega Croso -, la situazione viene costantemente monitorata. Attualmente si sono registrati problemi idrici solo in media Valsesia, in particolare sul territorio del comune di Valduggia: è stato necessario rifornire con le autobotti due frazioni. Si tratta di Colma e Castagnola dove nei giorni scorsi è mancata l’acqua e dove pertanto è stato necessario intervenire. Ma sul resto del territorio, almeno per il momento, non si registrano altre criticità».

Un’estate problematica

Una situazione che, tuttavia, se persisterà il caldo anomalo di queste ultime settimane con un inizio dell’estate arrivato decisamente in anticipo rispetto alla norma e la mancanza di precipitazioni, non promette nulla di buono. «Finora ce la siamo cavata grazie alle pioggia caduta a maggio, ma considerando anche il fatto che lo scorso inverno non ha nevicato, non possiamo certo pensare di trascorrere un’estate senza problemi – prosegue Croso -. In più c’è da mettere in conto che in particolare durante i mesi di luglio e agosto in parecchi comuni riapriranno le seconde case cosa che comporterà una maggiore richiesta idrica».

Niente sprechi

A rischio sono soprattutto i paesini di montagna dove spesso l’acquedotto è rifornito da falde di sorgente che per la mancanza di neve durante l’inverno e di pioggia nel resto dell’anno facilmente possono prosciugarsi. La parola d’ordine è dunque razionare evitando qualsiasi spreco. «E’ dal mese di febbraio che abbiamo richiesto a tutti i nostri comuni di redigere un’ordinanza per limitare il consumo di acqua. Invito nuovamente tutti ad avere veramente un occhio di riguardo, a evitare assolutamente di lavare l’auto e a evitare qualsiasi spreco anche durante le faccende domestiche, come quando si fa la doccia. Capisco che sia inevitabile bagnare l’orto, ma almeno dove si può risparmiare acqua è bene farlo. Insomma bisogna cercare di consumare il meno possibile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.