Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Discarica di Ghemme, chiesta l’analisi delle acque dello Strego
Attualità Novarese -

Discarica di Ghemme, chiesta l’analisi delle acque dello Strego

«Confidiamo in una risposta in tempi brevi degli organi competenti», si legge sulla pagina Facebook del gruppo Terra del popolo

Il primo atto concreto è la richiesta di un monitoraggio delle acque dello Strego, torrente che scorre non lontano dalla discarica di Ghemme. E’ nata ufficialmente l’associazione Terra del popolo che si occuperà di ambiente. «Confidiamo in una risposta in tempi brevi degli organi competenti – si legge sulla pagina Facebook del gruppo – sul monitoraggio delle acque dello Strego e dei punti dove vi è presenza di percolato in fuoriuscita. Vi terremo aggiornati». Nei giorni scorsi Terra del popolo, di cui è presidente Sabrina Marrano, ha reso noto anche il suo nuovo logo: un alberello stilizzato. A sceglierlo sono stati proprio i simpatizzanti attraverso una votazione sul social network alla quale hanno partecipato in 170.

Soddisfazione anche per il recente incontro pubblico sulla discarica, che si è svolto a Ghemme alla presenza di un folto gruppo di interlocutori istituzionali e di cittadini. Ciò che preoccupa sono i costi per chiudere l’impianto: circa 40 milioni di euro per i prossimi 30 anni. «A fronte di questa situazione – spiega Marrano – l’associazione si sta muovendo nelle opportune sedi, per monitorare sulle operazioni da compiersi. Inoltre è stata attivata la mail segnalazione.terradelpopolo@gmail.com. A questo indirizzo è possibile inviare segnalazioni di ogni tipo riguardo ai problemi ambientali, con la garanzia dell’anonimato. Funziona già da qualche tempo anche la pagina Facebook Terra del popolo. La risposta del territorio è notevole, in quanto il numero degli iscritti è in continua crescita».

Articolo precedente
Articolo precedente