Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Etica e legalità: premiati ragazzi del liceo di Borgosesia
Attualità Borgosesia e dintorni -

Etica e legalità: premiati ragazzi del liceo di Borgosesia

Il concorso sul tema è stato promosso dal Rotary club Valsesia.

Etica e legalità

Etica e legalità: sono i temi al centro del concorso promosso dal Rotary club Valsesia. Si è distinto il liceo Ferrari.

Etica e legalità, il concorso

Gli studenti del liceo Ferrari di Borgosesia brillano al concorso su etica e legalità promosso dal Rotary club Valsesia: per loro un premio e una menzione speciale. Per l’istituto superiore hanno partecipato le classi 2 B del liceo scientifico e 2 Sa dell’indirizzo scienze umane. Il concorso viene proposto tutti gli anni dal Rotary agli istituti del territorio per riflettere su temi di attualità e interesse sociale. L’argomento di quest’anno è stato “La legalità e l’etica nel Web. Uso corretto e responsabile”. Di seguito i commenti degli studenti coinvolti.

Il web

«Dopo esserci confrontate in classe su come il web rappresenti una straordinaria opportunità di svago, apprendimento e comunicazione, ma nasconda anche rischi e pericoli – raccontano Martina Scardina e Alessia Gilardetti -, abbiamo pensato di realizzare un manifesto, che richiamasse l’attenzione su un comportamento deplorevole che spesso si verifica sulle nostre strade, quello di coloro che, trovandosi sulla scena di un incidente, anziché chiamare subito i soccorsi, si fermano per realizzare un video, magari da condividere poi con gli amici. Abbiamo trovato il concorso di quest’anno molto stimolante, è stata una bella esperienza, che ci ha aiutato a maturare e a riflettere sui problemi del nostro tempo».

I bambini

«Abbiamo avuto un po’ di difficoltà a individuare l’argomento su cui focalizzarci perché gli spunti di lavoro erano molti e diversi – osservano Ethel Cocca, Nicole Forte e Agnese Miola -. Tra questi c’era il rapporto dei bambini con la tecnologia. Smartphone e tablet sono, infatti, i compagni di giochi dei bambini che, nati in un contesto altamente tecnologico (sono chiamati appunto nativi digitali), sono a contatto con tali strumenti fin dai primissimi anni di vita e, se da una parte è bene che imparino presto a conoscerli e utilizzarli, dall’altro molti sono i pericoli e i rischi che un uso eccessivo della tecnologia comporta per la salute e per lo sviluppo cognitivo e psicologico. Proprio su questo argomento abbiamo concentrato la nostra attenzione e, dopo aver condotto una piccola ricerca per conoscere il parere di pediatri ed esperti, abbiamo pensato di realizzare un manifesto per sensibilizzare adulti e genitori a guidare i bambini e i ragazzi a un uso appropriato del web e tutelarli per evitare il rischio di sviluppare una vera e propria dipendenza da dispositivi elettronici e social media».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *