Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Genitori Valle Mosso: macché campanilismo, la battaglia per la scuola vale per ogni paese
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Genitori Valle Mosso: macché campanilismo, la battaglia per la scuola vale per ogni paese

Le famiglie continuano a far sentire la loro voce contro il progetto del Comune.

Genitori Valle Mosso: macché campanilismo, la battaglia per la scuola vale per ogni paese.  Chiara Crestani, una delle rappresentanti dei genitori, ha illustrato la posizione delle famiglie durante la manifestazione di protesta organizzata nella piazza antistante il municipio di Valle Mosso.

Genitori Valle Mosso: macché campanilismo

«Quello che deve essere chiaro – ha detto la donna – è che si sta manifestando per tutte le scuole, non solo per quella di Valle Mosso. La nostra non è una protesta campanilistica. Infatti la delegazione si chiama a “A ciascuno la sua scuola”. Si sta manifestando perché tutte le municipalità di Valdilana abbiano la propria scuola, perché è giusto che i servizi essenziali siano mantenuti, soprattutto per una scuola come la nostra che ha tutti i numeri per andare avanti ancora parecchi anni e non è in sofferenza. Quello che sta succedendo qui a Valle Mosso potrebbe succedere anche in un’altra municipalità».

Appello

Da qui un appello anche alle municipalità di tutto il comune: «Siamo convinti che tutta Valdilana dovrebbe dimostrare solidarietà: non siamo qui per fare la guerra a qualcuno, anzi è proprio il contrario».

LEGGI ANCHE Preghiamo per la sorte delle nostre scuole. Valle Mosso, il caso del giorno nella messa festiva

E poi ci sono le caratteristiche del plesso: «L’edificio delle scuole dell’obbligo di Valle Mosso è stato edificato nel 1936 – ha ricordato ancora Chiara Crestani – e riqualificato pochi anni fa con ingenti investimenti. È un gioiello architettonico, progettato a misura di bambini e ragazzi. Ha tre grandi cortili esterni recintati e sicuri dove gli alunni possono trascorrere l’intervallo e le attività all’aperto senza pericoli. Spesso viene utilizzato dai ragazzi più grandi anche il cortile dell’oratorio che si trova proprio davanti alla scuola. In questo anno così difficile e funestato dal Covid abbiamo compreso quanto sia anche efficiente a livello di sicurezza: ben cinque entrate separate hanno permesso di evitare assembramenti. Non possiamo e non vogliamo perdere questo nostro gioiello».

Progetti

Le positive caratteristiche dell’edificio sono state sottolineate anche durante un altro intervento: «Nella scuola di Valle Mosso molte aule sono adibite a laboratori attrezzati per una didattica innovativa. C’è ad esempio l’aula di musica, di pittura, di sostegno, l’aula per attività alternative, l’aula di informatica dove si svolgono laboratori di coding e di robotica e la biblioteca digitale inaugurata solo nel 2019 che pochi istituti hanno la fortuna di avere. Quest’anno è iniziato anche un bellissimo progetto di Outdoor Education nel rinato Parco Reda, un’area verde di 11mila metri quadri a pochi passi dalla scuola. Tanti genitori, come volontari, stanno lavorando e dedicando molto tempo libero a questo progetto, felici che i loro figli possano apprendere all’aria aperta. Siamo un’eccellenza e nessuno può dire il contrario. È innestato in un polo che comprende anche asilo nido e scuola dell’infanzia; è un punto di riferimento per tutta la Valle Strona ed accoglie alunni da molti paesi limitrofi. I nostri numeri non sono in sofferenza, una municipalità con 3200 abitanti ha diritto di mantenere la sua scuola nello stabile attuale che ha tutte le qualità necessarie per garantire una didattica di prim’ordine. Lo stabile non deve essere smantellato per nessun motivo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *