Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ghemme addio a Felice Bietti: gestiva lo storico “Rendez vous”
Attualità Novarese -

Ghemme addio a Felice Bietti: gestiva lo storico “Rendez vous”

Lutto in paese per la sua scomparsa, avvenuta improvvisamente a soli 67 anni

ghemme addio

Ghemme addio allo storico gestore del “Rendez vous” della Ferrera: Felice Bietti si è spento improvvisamente a soli 67 anni.

Ghemme addio a Felice

E’ mancato all’improvviso uno dei volti storici della ristorazione della zona. In tanti sono stati, negli anni ‘80 e ‘90, al Rendez Vous di Ghemme, uno dei primi pub della zona. E in tanti, ghemmesi e non solo, hanno conosciuto Felice Bietti, gestore del locale dal 1983 al 2008. Per questo, in poche ore la notizia della sua morte ha fatto il giro del paese. L’uomo è mancato lunedì all’età di 67 anni a causa di un malore. «A quei tempi – ricorda l’ex moglie Consuelo Crepaldi – le uniche birrerie in zona erano a Vercelli. Al Rendez Vous c’erano 300 posti a sedere e Felice è sempre stato dedito alla sua attività. Abbiamo lavorato insieme per tanti anni e ci siamo separati dopo venti anni di matrimonio».

“Ciao, guerriero”

Bietti era originario di Milano, per la precisione del quartiere Baggio, e la sua grande passione, oltre a quella per il locale, che aveva ceduto in affitto dieci anni fa, era la caccia. Aveva molti amici, era una persona di cuore e spesso aiutava in silenzio chi ne aveva bisogno.
«L’ultimo pensiero che posso dedicargli è “ciao guerriero” – riprende Crepaldi – , aveva un carattere forte, era un gran lavoratore e la sua mancanza si è sentita anche nella mia famiglia e nella mia vita. Era in pensione, semplice, diretto, un amico che tutti vorrebbero avere, lo ringrazio per il buon rapporto che era riuscito ad instaurare con le mie nipoti e i miei famigliari».
Ora riposerà nel cimitero di Ghemme dove sono sepolti anche la mamma Francesca e il papà Carlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente