Seguici su

Attualità

Grignasco e il 4 Novembre: la nuova guerra è quella del Covid | LE FOTO

Pubblicato

il

Grignasco e il 4 Novembre

Grignasco e il 4 Novembre: «La nostra comunità sa essere forte: sicuramente riusciremo a superare anche questo brutto periodo».

Grignasco e il 4 Novembre

Quella del 4 Novembre è una data ricca di significato per l’Italia. In questi tempi così difficili, ne assume ulteriormente. L’impegno sociale e il contributo delle realtà locali per affrontare la pandemia sono stati i principali fili conduttori delle celebrazioni che si sono svolte domenica in paese in occasione della Giornata della Vittoria, dell’Unità nazionale e delle Forze armate. «Rispetto agli anni precedenti, la popolazione non ha preso parte alla cerimonia e neppure la banda musicale ha potuto accompagnare i momenti di raccoglimento – spiega Andrea Baron del Comitato tricolore –. Le restrizioni imposte per tutelare la salute pubblica ci hanno costretti a modificare tutto ciò che eravamo soliti fare sino allo scorso anno».

Fai scorrere le immagini per vedere tutte le fotografie

Le realtà locali

Ma nonostante la mancanza dei grignaschesi, che solitamente prendevano parte numerosi al corteo per la deposizione degli omaggi floreali ai cippi dei Caduti, dall’iniziativa è emerso un messaggio di speranza. «Da parte nostra, ma anche da parte del sindaco e del parroco – prosegue Baron –  è emerso un ringraziamento generale a tutte le associazioni e ai volontari che si stanno dando un gran da fare per questa emergenza ma non solo. Nel corso dell’alluvione che purtroppo ha colpito pesantemente anche noi, parecchi sodalizi hanno dimostrato grande costanza e forza, aiutando tutti». All’evento hanno preso parte rappresentanti delle realtà che da anni operano sul territorio.

Una comunità forte

«Desideriamo dire grazie a tutti: dagli alpini, al Servizio di Radio Emergenza sino alla Aib – sottolinea il referente del Comitato Tricolore -, e un ringraziamento va anche al nostro presidente Luca Bressan. Non stiamo vivendo un periodo facile ma il messaggio che è emerso durante le celebrazioni del 4 Novembre è il seguente: la comunità di Grignasco sa essere forte e capace di affrontare tutti gli ostacoli, sicuramente riusciremo a superare anche questo brutto periodo». Il primo cittadino Katia Bui insieme ai referenti dei gruppi grignaschesi hanno quindi portato omaggi floreali sul cippo vicino alla palestra, in centro paese e a seguire alla pietra commemorativa all’ingresso della chiesa di Bovagliano. Il parroco, don Enrico Marcioni, ha quindi impartito una benedizione sui presenti e i monumenti in ricordo di chi non c’è più.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *