Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Due borgosesiani insigniti dal Presidente della Repubblica
Attualità Borgosesia e dintorni -

Due borgosesiani insigniti dal Presidente della Repubblica

Il comandante dei carabinieri insignito Cavaliere, il direttore d’orchestra (già Cavaliere dal 2013) nominato Ufficiale.

Due borgosesiani insigniti dal Presidente della Repubblica. Il comandante dei carabinieri diventa Cavaliere, il direttore della banda riceve la nomina da Ufficiale.

Due borgosesiani insigniti dal Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica, su indicazione del Consiglio dei Ministri, ha attribuito importanti riconoscimenti a cittadini che operano sul nostro territorio e che si sono distinti nell’esercizio delle loro funzioni.

La Gazzetta Ufficiale del 20 aprile riporta i nomi di due personalità attive a Borgosesia. Il Comandante della Stazione dei Carabinieri, Maresciallo Maggiore Antonio Marini, ha ricevuto la nomina di Cavaliere della Repubblica. Il direttore dell’Orchestra di Fiati di Borgosesia, Maestro Giancarlo Aleppo, (già Cavaliere dal 2013) ha invece ricevuto la nomina di Ufficiale.

Segnalati dal sindaco

Commenta il sindaco di Borgosesia, On. Paolo Tiramani: «Ho personalmente segnalato queste due figure per il valore del servizio prestato sul nostro territorio, ciascuno nel proprio ambito professionale. Sono molto lieto che, dopo le opportune verifiche, le mie segnalazioni siano sfociate nell’attribuzione di importanti onorificenze, che sottolineano l’importanza del ruolo svolto dal Comandante Marini e dal Maestro Aleppo nella nostra città. Il primo come custode della sicurezza dei nostri cittadini e il secondo come promotore di cultura attraverso la musica».

Un riconoscimento anche per il dottor Borrè

Sul territorio della provincia di Vercelli, è stato attribuito il titolo di Commendatore al dott. Silvio Borrè, direttore di malattie infettive del Sant’Andrea. «Faccio le mie congratulazioni al dott. Borrè – aggiunge il Sindaco Tiramani – una figura di riferimento per tutto il nostro territorio in quest’anno di pandemia. La sua professionalità e umanità hanno costituito un prezioso fiore all’occhiello per l’Asl VC e per tutti i cittadini colpiti dal virus. Tra questi anche molti valsesiani, che conservano di lui e della sua équipe un ricordo pieno di stima e di riconoscenza».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *