Seguici su

Attualità

Il sottomarino giallo dei Beatles spunta nei boschi a Varallo

Pubblicato

il

Curioso ritrovamento in una via per il Sacro Monte

“We all live in a yellow submarine, yellow submarine” cantavano i Beatles. E una struttura che ricorda proprio il “sommergibile giallo” dei baronetti di Liverpool è apparsa nei boschi di Varallo.

«L’ho trovato qualche settimana fa mentre andavo al Sacro Monte – racconta il serravallese Claudio Ambrogio Ercoli, veterinario con studio a Varallo – ho l’insana abitudine di curiosare per i nostri boschi, un po’ per interiorizzare la nostra geografia, un po’ per scoprire cosa gli anni hanno coperto. Cascine, terrazzamenti, manufatti vari che il bosco ha celato, ma di cui si trovano ancora vestigia di una storia che antiche fotografie o dipinti o disegni ci raccontano dai secoli scorsi. Un classico esempio sono i terrazzamenti che sovrastavano Varallo che si vedono nelle litografie del 1800 e che ancora oggi si possono trovare se ci si “perde” nei dintorni della chiesetta del Cucco».

Così si spiega il ritrovamento del “sommergibile”: «L’ho visto percorrendo la strada nuova in selciato che dal Levante, dove si interseca con via Varalletto, sale verso sinistra. In realtà, fatti 200 metri, la strada si interrompe, al suo posto c’è un sentiero che da un lato si perde in un frutteto, dall’altro progressivamente si riduce fino a divenire indistinguibile da una pista dei cinghiali. Mi sono così ritrovato a valle dell’antica cava del Sacro Monte che recentemente è stata pulita e segnalata con cartelli che qualche imbecille perditempo ha prontamente provveduto a rimuovere. Qui, lungo il rio Gattera-Baravello, mi sono imbattuto in quella che presumo essere una cisterna di raccolta dell’acqua. Il mio stupore è stato nel trovarmi di fronte ad una cosa già di per sé insolita nella forma e colore, in un punto del mondo dove mi sarei aspettato di trovare gnomi o folletti, non un sommergibile giallo».

A vedere quella cisterna consunta appoggiata contro il tronco di un albero, come se fosse approdata lì da chissà dove (e in effetti non si capisce il perché qualcuno possa averla volutamente posizionata in quel posto), il parallelo con i Beatles e il loro celebre brano “Yellow submarine”, viene da sé.

Utili a localizzare il luogo del ritrovamento i suggerimenti forniti dagli utenti di Facebook dove Ercoli ha postato l’immagine con la frase “sai dove i Beatles hanno nascosto il loro sommergibile giallo?”, che subito ha attirato l’attenzione di molti varallesi. Si scopre così che la zona è quella del sentiero di San Carlo, la via di comunicazione piu antica verso il Sacro Monte.