Attualità, Cultura e turismo -

In Valsesia non decolla il voucher turismo: aderiscono solo in 9

«Dopo la crisi degli anni passati è importante adottare tutti gli strumenti possibili per far sì che il settore turistico si riprenda appieno: il territorio ha molto da offrire».

Non decolla il voucher turismo: in Valsesia solo 9 adesioni. Ma Daffara commenta: «Ci sono ancora tante possibilità».

In Valsesia non decolla il voucher turismo

Si fanno i primi bilanci, in Valsesia, sull’iniziativa regionale dei voucher per le vacanze, il cosiddetto 4×2: per chi acquista quattro notti, due sono in omaggio, una offerta dalla struttura ricettiva e l’altra dalla Regione Piemonte. Intanto si programmano nuovi incentivi per l’inverno come Happy Ski, un bonus che permetterà di avere uno sconto sullo skipass. In questo modo la vacanza in Valsesia potrà diventare davvero interessante per i turisti. Dai dati raccolti dall’Unione montana i lombardi si confermano affezionati alla Valsesia.

Il 4×2 in 9 strutture

In Valsesia questa interessante formula ha raccolto l’adesione di nove strutture alberghiere: non molte, rispetto al totale, e soprattutto concentrate nella parte alta del territorio. I turisti che hanno scelto questa formula sono arrivati soprattutto da Piemonte e Lombardia.

«In Valsesia questa interessante formula ha avuto meno adesioni del previsto – commenta Alberto Daffara, vicepresidente e assessore al turismo di Unione Montana Valsesia – si sarebbero potuti ottenere risultati migliori: hanno aderito soprattutto strutture dell’Alta Valle, dove sono stati venduti 57 voucher, con un fatturato totale di oltre 47mila euro, di cui quasi 12mila rimborsati dalla Regione tramite il Consorzio Monterosa. La ricaduta sul territorio, dunque, è stata buona, ma ci sono ancora molti voucher disponibili, mi auguro che aumentino le strutture alberghiere che aderiscono, in modo da creare un buon giro di visitatori».

Voucher: 50mila euro

Daffara sottolinea che sono ancora fruibili più di 50mila euro di voucher, che potrebbero essere messi in circolo grazie ad un’azione di promozione dell’iniziativa da parte delle strutture stesse, che avranno la possibilità di offrire soggiorni con sensibili riduzioni sul prezzo pieno grazie al 4×2 della Regione, e con ulteriori benefit dovuti ad un’iniziativa locale.

«Dopo la crisi degli anni passati – conclude – è importante adottare tutti gli strumenti possibili per far sì che il settore turistico si riprenda appieno: il territorio ha molto da offrire».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *