Seguici su

Attualità

L’ultimo dono di Archero: i propri organi

Pubblicato

il

Egidio Archero, il presidente provinciale dei diabetici, farà un ultimo dono per il prossimo: la moglie Nicoletta e la figlia Francesca hanno infatti dato il via libera per l’espianto di cornee, fegato e reni. 

Intanto è stata aperto un procedimento a carico del taxista che domenica l’ha investito mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali, sotto la pioggia. L’accusa è quella di omicidio colposo. Ora il corpo del portavoce dei diabetici (circa 8mila in provincia), nonché ex sindaco di Olcenengo, è ancora a Roma: lo riporterà a casa la famigla la prossima settimana.

Lo ricorda anche l’assessore regionale alla sanità Antonio Saitta: “Con lui ho condiviso la passione e l’impegno politico e nell’ultimo anno più volte l’ho incontrato nella sua veste di presidente dell’associazione diabetici Fand e di membro della Commissione Diabetologica Regionale, che perde così un componente di grande valore ed esperienza. Un uomo serio, onesto e appassionato. Abbraccio con affetto la sua famiglia e i suoi amici”.