Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Lucio volontario della spesa: centinaia di borse portate in alta Valsesia
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Lucio volontario della spesa: centinaia di borse portate in alta Valsesia

E’ uno degli angeli della solidarietà che in questi giorni di emergenza sanitaria, di paura e di mille incertezze, pensa solo ai bisogni altrui.

Lucio volontario della spesa: centinaia di borse portate in alta Valsesia.  E’ uno degli angeli della solidarietà che in questi giorni di emergenza sanitaria, di paura e di mille incertezze, pensa solo ai bisogni altrui.

Lucio volontario della spesa: centinaia di borse portate in alta Valsesia

Luciano Giacomone, per tutti Lucio, è il volto della “spesa a domicilio”, servizio introdotto dal Comune di Varallo lo scorso 10 marzo per offrire la possibilità ai cittadini di farsi recapitare gratuitamente la spesa e i farmaci a casa. Da quel giorno a oggi sono diventati centinaia i valsesiani che contattano Lucio. E lui, instancabile e con l’umiltà che lo contraddistingue (non gli piace apparire e non è stato facile convincerlo a rilasciare l’intervista), macina letteralmente al volante della Fiat Panda dell’ufficio tecnico comunale chilometri e chilometri per fare le consegne da Varallo alle frazioni e da un capo all’altro dell’alta valle, da Alagna a Rima fino a Rimella e Cervatto. La sua giornata a servizio degli altri inizia verso le 8 del mattino con la verifica dei primi ordini e poi prosegue con il giro dei supermercati e delle farmacie per la prima spesa e prosegue così, senza soste e a ritmo incessante, sino alle 11 di sera, a volte anche sino a mezzanotte.   «Non mi pesa tutto questo, anzi sono ben contento di offrire il mio aiuto e di servire quanti hanno bisogno in questo momento», dice con il sorriso e carico di energia e di voglia di fare nonostante sia ormai quasi un mese che “corre”. «Inizialmente mi contattavano i varallesi per farsi portare la spesa – racconta -, ma poi si è diffusa la voce e ora ricevo chiamate da tutta l’alta valle. Ci sono tante persone anziane, sole, ma io servo tutti a prescindere dall’età. Tante famiglie abitano in paesi dove non ci sono negozi né farmacie. Hanno quindi assolutamente bisogno di questo servizio, che ricordo è stato voluto dal Comune di Varallo ed è del tutto gratuito. Il sindaco Eraldo Botta è stato lungimirante fin da subito nell’introdurlo per offrire aiuto ai varallesi e poi a molti altri valsesiani, e io non finirò mai di ringraziarlo per avermi offerto questa opportunità, così come ringrazio le forze dell’ordine che incontro quotidianamente sulle strade e la gente che se può aiuta e si dà da fare senza nulla in cambio».

Le chiamate

In questi giorni di emergenza, Lucio non pensa ad altro che a fare il suo lavoro. «Ricevo una cinquantina di chiamate al giorno per la spesa che aumentano di parecchio con quelle per i medicinali – spiega -. Quindi mi organizzo dividendo la mattinata in due parti: inizio facendo la spesa e passando in farmacia per le consegne a Varallo e frazioni e poi proseguo nello stesso modo al pomeriggio, chiudendo la giornata con le consegne in alta valle». Ormai conosce a memoria tutto il territorio da Varallo alla Val Grande e alle vallate minori, anche perché va ancora alla “maniera vecchia” con via e numero civico alla mano, senza servirsi della tecnologia. «Non utilizzo il gps – dice ridendo -, uso a malapena il cellulare, per niente i social, quindi per fare le consegne raggiungo il luogo e poi chiamo la persona che mi ha contattato per ricevere indicazioni».

Il suo numero è sempre raggiungibile: basta comporre il 338.5760545 e, se Lucio non risponde subito, lo farà di lì a poco. «Richiamo tutti i numeri a cui non sono riuscito a rispondere immediatamente perché sto facendo la spesa o qualche consegna – precisa -. La mia soddisfazione è arrivare dappertutto e accontentare tutti».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente