Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Luva Gattinara: mangiare e bere alle tabine
Attualità Gattinara e Vercellese -

Luva Gattinara: mangiare e bere alle tabine

Tante specialità fra cui scegliere nei menu: dalle miacce agli arrosticini, passando per le rane.

luva gattinara

Luva Gattinara: il ruolo da protagonista delle tabine nella kermesse.

Luva Gattinara: le tabine

Fra le grandi protagoniste della festa dell’uva di Gattinara ci sono sicuramente le tabine. Migliaia di posti dove potersi sedere e gustare ogni tipo di specialità accompagnata con i vini del territorio. Trenta postazioni dove fermarsi e gustare specialità tutte diverse, alcuni gruppi sono presenti da anni, altri da poche edizioni. Dietro a ogni tabina c’è un gruppo di amici pronti a divertirsi. I 17 gruppi ubriachi sono un gruppo presente dal 2012 alla festa, i Bogia Not invece sono stabili dal 2001 in piazza Italia. La Taverna Il Chiosso arriva al suo terzo anno di attività. I ragazzi della Botte Gratasás sono presenti e attivi dal 2006. A Gattinara presente anche la Pro loco di Lenta, ormai attiva da 18 edizioni. La tabina Toro Club invece si trova nel centrale corso Garibaldi. La tabina degli Orsi Biellesi non mancherà all’appuntamento con piatti tipici della cucina umbro marchigiana. Presente anche la taverna dei Malmustus che nel 2018 è stata eletta come la migliore.

Le specialità

Ecco quali specialità si possono trovare nelle varie taverne aperte durante “L’uva”:

Taverna il Chiosso: trippa
Chiosco Chapaciùc: culatello con crema di funghi e porcini
Cantina Sociale: degustazioni e piatti tipici locali
Alberghiero: specialità a tema
I Matoc d’la Brasca: piatti alla brace
Botte Mojito Divino:Mojito al Gattinara
Twinky l’Arrosticina: arrosticini originali abruzzesi
Pro loco di Lenta: paniscia d’Lenta e bocconcini di cinghiale
Riso Goio Dop: risotti e piatti a base di riso Goio Dop
Taverna Malmustus: scamone di cavallo aglio e rosmarino
Ustaria La Lienda: frittura di pesce
Chiosco dai Pestafum: miacce
Pro loco di Rovasenda: paniscia con riso Dop di Baraggia
17 ubriachi: il mangiare dei poveri: patate ripiene
Taverna Barlet: lingua e bagnet
Le belle Gigogin: ravioli al brasato al sugo di arrosto
Ustaria dal boch: salame d’asino, graton lingua, toma
Chiosco Bogia not: lingua in salsa, peperoni, lonza e affettati
Taverna della piazza: brasato al Nebbiolo con polenta
Chiosco Daspray: arrosticini
Taverna Gandalf: rane fritte e stinco con patate
Taverna Drollu: fagioli e salsiccia alla Bud Spencer
Taverna del Vecio: stinco al forno con patate
Taverna del Bacalà: bacalà con polenta piemontese
Taverna Tibabuson: brasato con polenta
Toro Club: polenta e tapulon, polenta e salsiccia
Taverna degli Orsi nel mondo: pasta alla Amatriciana
La Culma 2.0: Churrasco Picanha di Fassona
Chiosco da Peretto: arrosticini di pecora biellese
Taverna La Travà: specialità con riso Dop di Baraggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente