Seguici su

Attualità

Mensa Amica in crisi: adesso apre anche a persone sole

Pubblicato

il

Mensa Amica in crisi: in calo le persone bisognose che si rivolgono al servizio, adesso porte aperte anche alle persone sole.

Mensa Amica in crisi: in calo gli utenti

A Borgosesia calano gli utenti di Mensa Amica, il servizio che distribuisce pasti gratis alle persone bisognose della città. E così adesso apre anche ai “meno bisognosi”: «E’ un modo per equilibrare un calo degli ospiti che stiamo rilevando negli ultimi mesi» osserva Giuseppe Bolcato, presidente del centro incontro “fratelli Allegra” che gestisce il servizio. «Attualmente – dice ancora Bolcato – ci sono tra i dieci e i dodici ospiti giornalieri, all’incirca la metà di quanti ne contavano sino a qualche mese fa. Ed è un peccato, perchè il cibo non manca: ne arriva sempre dalle mense delle scuole e dell’ospedale, oltre a quello donato da supermercati».

Invitate anche le persone sole

In passato il problema era legato soprattutto alla carenza di volontari, adesso il problema sono gli utenti. Per aumentare il numero dei partecipanti si è dunque pensato di ampliare l’utenza a cui si rivolge il servizio: «Mensa Amica è nata per andare incontro ai bisogni di gente povera, senza lavoro, senza un reddito, disagiata – spiega Bolcato -. Ora, abbiamo pensato di estendere anche a cittadini, sia di Borgosesia che dei paesi limitrofi, che non abbiano particolari problemi economici, ma che magari vivono soli, che non hanno voglia di prepararsi tutti i giorni da mangiare, che vogliono scambiare qualche parola con altre persone. Con 3 euro avranno sempre un pasto pronto e caldo, con un primo, un secondo, frutta, pane, acqua. Non c’è nulla da vergognarsi». Il progetto di Mensa Amica è attivo dal 2011 e sinora ha servito fra i 25 e i 30mila pasti.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *