Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Migranti Romagnano da lunedì volontari per il paese
Attualità Novarese -

Migranti Romagnano da lunedì volontari per il paese

Si potranno occupare di semplici operazioni nell'ambito della manutenzione del verde e della pulizia

migranti romagnano

Migranti Romagnano potranno svolgere volontariato a favore del paese.

Migranti Romagnano al via l’accordo

Gli otto richiedenti asilo ospitati a Romagnano potranno svolgere alcune attività di volontariato. Il Comune infatti nei giorni scorsi ha raggiungo un accordo con la cooperativa per impiegare i giovani, su base volontaria, in lavori utili al paese. Si tratterà di operazioni semplici, di manutenzione del verde e di pulizia. I migranti dovrebbero essere all’opera, se non sopraggiungono intoppi burocratici, già da domani. Intanto i ragazzi, che risiedono in in un appartamento al terzo piano di un palazzina di via Pajetta, di proprietà della cooperativa “Delta”, hanno terminato i corsi di lingua italiana previsti dalla legge.

L’iter burocratico

La possibilità di occupare i giovani migranti, è arrivata dopo l’ok della Prefettura. Del resto il percorso di questi ragazzi per ottenere lo status di rifugiato, se viene riconosciuto, è piuttosto lungo. Pertanto è piuttosto logico trovare loro delle forme di occupazione, non retribuita. «Mi sono sembrati comunque tutti ben disposti a trovare il modo di rendersi utili per la comunità che li ospita – dice il sindaco Cristina Baraggioni, che nei giorni scorsi ha avuto ancora modo di confrontarsi con loro -. Tra l’altro uno dei ragazzi ha alle spalle un percorso artistico all’Accademia di Belle arti».

L’arrivo

I primi cinque erano arrivati agli inizi di novembre dello scorso anno; sono anglofoni e provengono dal Ghana, dalla Nigeria e dal Kurdistan iracheno. Sono di religione cristiana, evangelica e copta, con un’età compresa tra i 18 e i 27 anni. Nell’arco di poche settimane se ne erano aggiunti altri tre, sempre provenienti dall’Africa. Nella casa di via Pajetta risiedono anche famiglie formate anche da anziani. L’arrivo dei giovani, con le relative presentazioni tuttavia si è svolto in un clima sereno. «Quando sono arrivati – dice Baraggioni – ho fatto ai ragazzi un discorso che riguarda il rispetto reciproco, mentre da parte degli inquilini c’è stata molta disponibilità, anche da parte delle persone anziane».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente