Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Osservatorio Regina Margherita compie 40 anni
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Osservatorio Regina Margherita compie 40 anni

Numerosi gli incontri pubblici divulgativi che si terranno per tutto il mese di agosto.

Osservatorio Regina Margherita: compie 40 anni il rifugio più alto d’Europa e simbolo della Valsesia.

Osservatorio Regina Margherita compie 40 anni

La capanna fu inaugurata il 18 agosto 1893 con la presenza della regina Margherita di Savoia. La costruzione era costata 17.094 lire e 55 centesimi e la tassa d’ingresso del giorno dell’inaugurazione fu fissata a una lira, versata anche dal direttore dei lavori. Demolita la capanna originale il nuovo rifugio-laboratorio venne inaugurato il 30 agosto 1980.

L’opera artistica

E proprio in occasione di questo traguardo sarà presentato il progetto “DxPlanetsx”, ideato da Paolo Barichello. Il plastico raffigura il profilo del cervello umano, al cui interno sono racchiusi elementi del regno animale e vegetale, a rappresentare la capacità dell’uomo di interagire con la natura difendendola o mettendola a rischio. Un impegno dunque a tutelare e salvaguardare il territorio, le montagne e la natura.

Calendario dei festeggiamenti

Primo appuntamento in programma sabato 1 agosto con l’esposizione in piazza Grober della Croce di vetta che sarà posizionata sulla punta Dufour, la cima più alta del Rosa.
Domenica 30 agosto in occasione della ricorrenza del quarantennale della costruzione sarà celebrata la messa alla Capanna Margherita. Tanti poi sono gli incontri pubblici divulgativi che si terranno per tutto il mese di agosto.

Ospiti speciali

«Parleremo della storia del Rifugio più alto d’Europa, di ambiente e cambiamenti climatici, del mutamento delle alte quote a seguito dello scioglimento dei ghiacciai e delle ricerche scientifiche sul Rosa – spiega il sindaco Roberto Veggi -. Parleremo di alpinismo, di montagna autentica e di ambiente con la Guida Alpina Hervè Barmasse. Tra gli ospiti avremo il presidente del Cai Vincenzo Torti, gli studiosi de “La carovana dei Ghiacciai” del Comitato Glaciologico Italiano ed i professori Michele Freppaz, Marco Giardino e Piergiorgio Montarolo dell’ Università di Torino».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *