Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Alagna torna la croce di ferro sulla punta Dufour: in paese il vescovo
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Alagna torna la croce di ferro sulla punta Dufour: in paese il vescovo

Il Cai di Cantù si è fatto capofila per realizzare l’opera andata distrutta due anni fa, coinvolgendo anche le guide alpine.

Alagna torna la croce di ferro caduta nel 2018 sulla punta Dufour.

Alagna torna la croce di ferro sulla punta Dufour

Questa mattina alle 11 (sabato 1 agosto), in piazza Grober ad Alagna Valsesia Franco Giulio Brambilla, vescovo di Novara, ha impartito la benedizione alla croce che verrà riposizionata sulla Punta Dufour, a quota 4634 metri, la più alta del Monte Rosa. È il primo evento che si inserisce nel programma delle celebrazioni per i 40 anni della Capanna Margherita. Un fitto calendario di appuntamenti che proseguiranno per tutta l’estate.

Il riposizionamento

Si tratta di un riposizionamento in quanto il manufatto che in precedenza trovava posto sulla cima non c’è più. I fatti che hanno determinato nell’agosto 2018 la caduta della croce non sono chiari. Il soccorso di Zermatt ne ha potuto recuperare solo alcune parti del basamento ora conservate presso la sede dell’Air Zermatt.
LEGGI ANCHE: Vescovo visita e applaude il centro estivo di Quarona | LE FOTO

In vetta dal 1964

Il posizionamento della prima croce risale al 1964 quando il Geam (Gruppo Edelweiss Amici della Montagna) dell’oratorio di San Paolo di Cantù la notte del 4 agosto di quell’anno, salendo da Zermatt, aveva impiantato il manufatto in allumino sulla cima. Quest’anno il Cai di Cantù si è fatto capofila per realizzare una nuova croce, costruita oggi in acciaio, sulla base dei disegni originali della prima.

La raccolta fondi

I contatti presi con Il Corpo Guide di Alagna Valsesia hanno permesso di coinvolgere tutte le associazioni delle guide alpine del Monte Rosa che hanno aderito al progetto. Per pura comodità logistica la croce, fino al ricollocamento nella sede originaria, rimarrà ad Alagna in attesa di trovare il periodo più idoneo, anche in base alle condizioni di innevamento della Dufour.

Il punto più alto

La Funivia Monterosa 2000 si è subito resa disponibile a condividere il progetto per il trasporto del manufatto. Gli alpinisti che raggiungeranno la vetta più alta del Monte Rosa troveranno ad accoglierli la nuova croce con la scritta “Quassù non ci sono regole, c’è la libertà del vento… quassù si raggiungono punti di vista che permettono di abbattere le barriere e con un solo colpo d’occhio afferrare l’insieme delle cose”.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente