Seguici su

Attualità

Prato Sesia riscopre gli orti urbani: spazi a disposizione di chi coltiva

Pubblicato

il

prato sesia

Prato Sesia “affida” un pezzo di terreno per chi voglia ricavarne un orto.

Prato Sesia, gli orti

Coltivare l’orto: un’attività che può dare grande soddisfazione e portare a un risparmio, ma che richiede tempo e soprattutto spazio. Ma laddove, anche volendo produrre ortaggi per il proprio fabbisogno, non si avesse a disposizione il luogo adatto, il Comune ha ideato un’iniziativa che intende aiutare chi si trova, anche momentaneamente, in ristrettezze economiche. Nasce così anche a Prato Sesia, l’idea dell’orto urbano, mettendo a disposizione un terreno comunale, diviso in lotti, situato nei pressi del campo sportivo. Nei giorni scorsi si è chiuso il bando.

L’iniziativa

«Dato che tutti gli aiuti finora offerti per venire incontro alle necessità di chi è rimasto sospeso dal lavoro, o di chi comunque ha una difficoltà economica, prima o poi termineranno – spiega il sindaco Alberto Boraso – abbiamo pensato che proporre un appezzamento di terra da coltivare possa essere un buon aiuto a lungo termine. La nostra offerta, infatti, si protrae nel tempo e potrebbe, a chi dimostrasse una certa passione, offrire grandi soddisfazioni anche per anni». Il progetto, infatti, prevede l’assegnazione di un lotto di terreno dell’ampiezza di circa 80 metri quadrati. Il terreno sarà suddiviso in cinque lotti.

Tre anni

«Saranno tutti molto simili tra loro e potrà essere ampliato in caso di richieste più numerose. Li consegneremo pronti per la coltivazione, fornendo anche un allaccio per l’irrigazione. A chi se li aggiudicherà, chiediamo solo che li curi come si deve. Abbiamo previsto un comodato di tre anni, rinnovabili, per essere certi che vi sia il tempo di avere una produzione soddisfacente. Se però, dopo l’esperienza iniziale, gli assegnatari non vorranno più occuparsene, potranno lasciarli. Altrimenti, chi vorrà potrà continuare a coltivare il suo orticello. Vogliamo pensare che, se qualcuno deciderà di interrompere la coltivazione, non sarà perché non gli interessa più ma perché, nel frattempo, avrà trovato un lavoro che non gli permetterà più di dedicarvisi». Il sindaco assicura anche la disponibilità di una persona che possa spiegare ai neofiti le basi per ottenere il miglior rendimento possibile dal proprio orto.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *