Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Pray rivolta per la discarica: adesso non si può usare il furgone dell’amico
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Pray rivolta per la discarica: adesso non si può usare il furgone dell’amico

Sconcerto per le regole introdotte da Seab: respinti anche i volontari Mani tese.

Pray rivolta per la discarica: «Vietato usare i furgoni degli amici».

Pray rivolta per la discarica

Più difficile scaricare rifiuti ai centri di stoccaggio del Biellese. Compresi quindi Pray e Polto di Valdilana. Tant’è che con le nuove regole imposte da Seab, sono già numerosi i privati che sono stati respinti. Addirittura Mani tese, l’associazione di volontariato di Trivero che lavora anche con i materiali riciclabili.
LEGGI ANCHE: Pray montagne di rifiuti lungo la provinciale: caccia ai responsabili | LE FOTO

Le novità

Tanti cittadini hanno scoperto direttamente sul posto le novità e decine sono state le chiamate nei vari municipi per chiedere spiegazioni e protestare. «La prima novità che hanno introdotto – spiega Mencattini – è l’impossibilità di portare i propri rifiuti su mezzi altrui. Spesso infatti ci si affida ad amici con trattore o il furgone per portare vecchi mobili o oggetti più ingombranti. Secondo la nuova disposizione di Seab, bisogna affittare un furgone a proprio nome e quindi procedere al conferimento. È per evitare scarichi impropri di ditte, anziché di privati. Ma è una grande assurdità…».

Istigazione a delinquere

«Così – riprende Mencattini – rischiamo di andare a incentivare gli abbandoni nei boschi o lungo le strade. Abbiamo chiesto un incontro urgente anche perché Seab ha preso questa decisione senza avvertire nessuno. Tant’è che ho avuto tantissime telefonate di proteste, decine di persone sono state rimandante a casa, addirittura Mani tese non ha potuto conferire a Polto. Queste regole vanno cambiate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *