Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Pro loco Pray: il nuovo presidente ha 21 anni
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Pro loco Pray: il nuovo presidente ha 21 anni

Michael Jungton guiderà il sodalizio nei prossimi anni

pro loco pray

Pro loco Pray ha eletto il suo nuovo presidente per il prossimo triennio: sarà Michael Jungton a guidare il sodalizio.

Pro loco Pray il presidente

Passaggio di testimone ai vertici della pro loco di Pray. Sarà infatti Michael Jungton, 21 anni, a guidare l’associazione per il prossimo triennio. Martedì sera è stato eletto il nuovo consiglio direttivo e sono state assegnate le relative cariche. Rosetta Pagliazzo ha passato il testimone a Jungton, che era già membro attivo dell’associazione. La presidente uscente ha illustrato ai presenti quanto fatto in questi tre anni, ringraziando chi ha collaborato e ha fatto gli auguri ai nuovi membri del sodalizio e al neo presidente. «Sono sempre stato vicino alla Pro loco – racconta Jungton -. Fin da ragazzo venivo ad aiutare nelle varie manifestazioni e poi, tre anni fa, sono entrato a far parte del direttivo. Credo molto in questa associazione e nelle potenzialità che ha per valorizzare il nostro paese. La sento una “cosa” mia e sono contento di rivestire questo ruolo, che porterò avanti con impegno».

Il direttivo

Con lui in questa avventura ci sono volti nuovi e altri che hanno fatto parte del passato direttivo: Alessandra Fava (vicepresidente), Alessia Pozza (segretaria), Lara Recrucolo (tesoriere), consiglieri sono invece stati eletti Eliane Menti, Andrea Tardonato, Barbara Pittu, Salvatore Spataro e Raffaella Passoni. «Siamo un bel gruppo – continua il neo presidente – e sono contento di poter lavorare insieme. Altre persone hanno comunque dato la loro disponibilità a darci una mano da dietro alle quinte. Il nostro intento è quello di migliorare quello che c’è già e di collaborare come sempre con le varie realtà del paese, con l’intento di investire nel paese di Pray. Abbiamo voglia di fare ed entusiasmo e questo credo sia importante per partire bene e per organizzare eventi e momenti aggregativi. Ci sono molte persone nuove e questo potrebbe portare a idee e progetti. Ora siamo partiti e stiamo lavorando al programma».

Gli eventi

In linea di massima sarà messa in calendario una festa in primavera, quella di Natale e la tradizionale “Pray in vetrina”, che quest’anno avrà un occhio di riguardo: «Quest’anno – conclude Jungton – festeggeremo i 30 anni della manifestazione. Si tratta di un compleanno importante e quindi si pensava a una vera e propria celebrazione di questo traguardo omaggiando e ringraziando chi ha permesso di portare avanti questo percorso».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente