Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Quarona pugno duro contro chi non pulisce dove sporca il cane
Attualità Borgosesia e dintorni -

Quarona pugno duro contro chi non pulisce dove sporca il cane

Obbligatorio uscire di casa con sacchettini e bottiglietta d'acqua. L'ammenda è di 50 euro, la multa sale a 500.

Quarona pugno duro contro per contrastare l’inciviltà di alcuni proprietari di animali.

Quarona pugno duro contro chi non pulisce i bisogni del cane

La bottiglietta d’acqua e il sacchetto da portare con sé durante la passeggiata con il cane: e chi non li avrà dovrà pagare una multa di 50 euro. Multa che viene alzata a 500 euro per chi non pulirà i bisogni degli animali. Passa alla linea dura il Comune di Quarona per cercare di riportare ordine e pulizia in paese dopo le tante lamentele di cittadini e commercianti contro l’inciviltà di chi possiede un animale.

Situazione sfuggita di mano

«È il momento di essere severi – commenta il sindaco Francesco Pietrasanta, che ha firmato l’ordinanza che impone le nuove regole -. La situazione è diventata intollerabile, troppa gente non bada minimamente alle normali norme di senso civico, nonostante ci siano i distributori pubblici di sacchetti. Ci sono zone del paese in cui è difficile camminare senza sporcarsi, in tanti si lamentano, e la situazione è peggiorata nelle ultime settimane. Meglio dunque correre ai ripari».

Obbligo di sacchetti e bottiglietta

Se rimane l’ammenda per chi viene sorpreso a non raccogliere i bisogni del proprio cane o pulire la pipì (e la multa è salata: 500 euro), la novità è nell’obbligo di uscire per la passeggiata muniti di sacchetto e bottiglietta con l’acqua: «Non sarà più una caccia a chi sporca, ma sarà un’azione preventiva – anticipa il primo cittadino -. Tutti dovranno essere muniti degli strumenti idonei a pulire: a richiesta dell’agente dovranno dimostrare di averli con sé, in caso contrario scatterà la multa di 50 euro. È un modo per costringere tutti a osservare le normali regole di convivenza».

Si rinuncia ai sacchetti pubblici

«Sono stati richiesti i dispenser con i sacchettini, ma nonostante questo ci sono ancora troppi esempi di persone che non li utilizzano – osserva Pietrasanta -. Il costo oltretutto cadeva sulla collettività, e il paese restava sporco. Quindi, togliamo i sacchetti pubblici, e la responsabilità cade sul proprietario che dovrà avere sempre con sé quanto serve a raccogliere e pulire».

Un’area dog-friendly

Per i proprietari dei cani non ci saranno tuttavia solo obblighi, ma è in previsione una struttura a loro disposizione: «Verrà creato uno sgambatoio vicino alla stazione ferroviaria – anticipa il sindaco -. Stiamo organizzando, e al più presto sarà realizzato. Sarà un’area a beneficio dei cani per correre e divertirsi, ovviamente con tutte le regole da osservare sul tema della pulizia».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente