Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Romagnano vuole rilanciare il suo mercato
Attualità Novarese -

Romagnano vuole rilanciare il suo mercato

Il piccolo mercato di Romagnano vuole crescere: c’è spazio per altri sette banchi

Il Comune di Romagnano vuole rilanciare il suo mercato settimanale. E lo fa partendo dall’assegnazione dei posti agli ambulanti. Quello di Romagnano è un po’ il “Cenerentolo” tra i mercati della zona. Si tiene il sabato mattina e conta quattro bancarelle fisse e tre che turnano. Non regge il confronto con mercati come il vicino di Gattinara, che si tiene il martedì, o quello di Borgosesia, di sabato, oppure il borgomanerese, di venerdì. «E’ piccolo, ma comunque è un’istituzione nel paese – dice il consigliere con delega al commercio, Monica Felappi -. Per questo abbiamo deciso di rivalutare quello che c’è e nello stesso tempo cercare di rendere lo spazio più appetibile per nuovi arrivi. Con questa idea eravamo partiti già lo scorso anno, quando avevamo chiesto se l’attuale postazione, in piazzale Falcone e Borsellino, agli ambulanti andasse bene. Avevamo prospettato loro la possibilità di spostarsi in piazza. I commercianti avevano risposto che l’attuale area era l’ideale, in quanto attrezzata e vicina ad un parcheggio. Così abbiamo lasciato le cose come stanno».

A Romagnano ci sono due bancarelle di alimentari e due di frutta e verdura; poi a turno vi sono una bancarelle di intimo e una di accessori per la casa. E da quest’anno c’è anche il banco del pesce. «La Regione – dice Felappi – aveva bloccato per diversi anni l’assegnazione dei posti fissi, cosa che non aveva permesso ai mercati di crescere. A fine anno è arrivata la comunicazione dello sblocco. Così è stato possibile rinnovare le concessioni e assegnare nuovi spazi. Abbiamo preparato un’assegnazione temporanea, che dà più punteggio per quella fissa. Il bando potrà essere fatto solo a maggio 2017 per un’assegnazione decennale. L’area ora è occupata solo per metà, quindi c’è posto per altre sette bancarelle»

Articolo precedente
Articolo precedente