Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ruote massacrate dai buchi: “Chiedete i danni”
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Ruote massacrate dai buchi: “Chiedete i danni”

Le piogge prolungate hanno scavato delle voragini nelle strade del Biellese e del Vercellese.

ruote massacrate

Ruote massacrate dalle buche che si sono aperte nell’asfalto a causa delle piogge.

Ruote massacrate

Le buche che si sono formate sull’asfalto a causa delle forti piogge hanno messo a dura prova le ruote dei veicoli. E tra Masserano e Brusnengo diversi danni si sono contati tra le auto con pneumatici scoppiati e cerchioni rotti. La questione delle buche sull’asfalto del Biellese e del vercellese sta diventando “virale”. Enormi buche si registrano nell’innesto che da Biella, via Candelo, conduce al ponte di corso Lago Maggiore. Sabato 23 novembre nel tardo pomeriggio, molteplici gomme sono state squarciate da una grossa buca in superstrada situata subito dopo l’uscita per Cossato, in direzione Masserano. Inoltre, dalla rotonda di San Giacomo di Masserano fino a Brusnengo, si registrano altri punti pericolosi per gli automobilisti se non si presta la massima attenzione. Questi sono, ovviamente, solo alcuni esempi recenti dello stato pessimo in cui versano molte delle nostre strade. L’elenco, purtroppo, potrebbe continuare ancora a lungo.

Il Codacons

«Circostanze assurde. Vorremmo sapere come sia possibile che possano succedere ancora queste cose – è la dura presa di posizione del Codacons di Biella e Vercelli – vogliamo avere risposte dalle Province interessate, in merito alla manutenzione delle strade ed al tipo di asfalto utilizzato, oltre ai tempi di intervento per la riparazione delle buche stradali». L’associazione dei consumatori, inoltre, annuncia imminenti iniziative: «Interverremo nelle opportune vie per accertare le responsabilità dei soggetti coinvolti. Tutti coloro che hanno subito danni dalle buche stradali, possono contattare il Codacons, al numero 349-30.56.843 e all’e-mail codaconsbivc@gmail.com call center 8922007 al fine di avere consulenza e assistenza legale”.

Immagine di repertorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente