Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Serravalle “Seconda di maggio” più forte del maltempo | Le foto
Attualità -

Serravalle “Seconda di maggio” più forte del maltempo | Le foto

Per l'occasione sono stati presentati i restauri eseguiti

Serravalle seconda di maggio 2018

Serravalle “Seconda di maggio” andata in scena malgrado la pioggia.

Serravalle “Seconda di maggio” al via

Malgrado il maltempo, la “Seconda di maggio” ha animato Serravalle. Anche quest’anno il Priorato di Piane ha organizzato la tradizionale manifestazione all’oratorio di San Carlo. In mattinata dopo la funzione religiosa celebrata da monsignor Gianluca Gonzino, sono stati presentati i restauri fatti recentemente.

Fai scorrere le foto per visualizzare l’intera galleria

Il basamento

«Giuseppe Mazzone, un nostro caro volontario, ha provveduto a realizzare un basamento in legno per la statua che rappresenta la Madonna della Fontana di Azoglio, realizzata nel 1935 da Benvenuto Mazzone – spiega Italo Mazzone, referente del Priorato -. L’opera era in una teca al cimitero di Naula e c’è stata donata per l’oratorio di San Carlo. Un altro intervento è stato riservato al crocifisso donato da don Pietro Lupo». Quest’ultima opera è stata appesa su una delle colonne all’interno dell’oratorio. «Giuseppe ha provveduto a sistemare il crocifisso – evidenzia Mazzone –, aggiungendo anche una targhetta con la data di nascita e morte del sacerdote».

Giro dei cortili

Nel corso della giornata adulti e bambini hanno anche “tentato la fortuna” alla pesca benefica curata da Andreina e Sara Mazzone, tanti i premi per i partecipanti. Il divertimento è proseguito nel pomeriggio con il giro dei cortili accompagnato dalla banda musicale di Grignasco. In ogni tappa le buone forchette hanno potuto gustare diverse prelibatezze e ascoltare brani musicali proposti dalla formazione grignaschese. Nel tardo pomeriggio la festa si è concentrata all’interno dell’oratorio a causa del maltempo. A condurre l’incanto delle offerte sono stati Giuseppe Mazzone ed Ettore Fioravanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente