Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > «Sesia in secca, le centraline ”bevono” troppa acqua»
Attualità Borgosesia e dintorni -

«Sesia in secca, le centraline ”bevono” troppa acqua»

Presa di posizione del segretario locale di Sinistra italiana Simone Vallana

«Il rilascio delle centraline sul Sesia tra il ponte del Baraggiolo di Varallo e Borgosesia risulterebbe decisamente basso, se non del tutto inesistente». E’ quanto afferma il segretario valsesiano di Sinistra italiana, Simone Vallana. «Diverse persone mi hanno segnalato questo fatto – dice. In effetti, soffermandosi a vedere meglio, la quantità di acqua sembrerebbe non garantire il deflusso minimo vitale del fiume. In periodi di particolare siccità, sempre più frequenti a causa dei cambiamenti climatici, è essenziale che le centraline garantiscano un deflusso tale da evitare che il fiume venga quasi di fatto prosciugato. Se così non fosse, i rischi ambientali che ne deriverebbero sarebbero pesanti ed irreparabili». Sinistra italiana chiede così alla Provincia «di controllare che almeno il deflusso minimo sia garantito e di monitorare la situazione delle centraline presenti sul Sesia. Sempre rimanendo in tema – prosegue – speriamo che i progetti di costruzione di centraline a Rassa e in Val Mastallone vengano abbandonati. Occorre seguire l’esempio dell’amministrazione comunale di Postua, che ha dato parere negativo alla costruzione di una centralina sul rio Forcioula».

Articolo precedente
Articolo precedente