Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Sindaco mette in vendita il Comune: «Siamo troppo piccoli»
Attualità Fuori zona -

Sindaco mette in vendita il Comune: «Siamo troppo piccoli»

Si tratta di un centro sopra il lago di Lecco. Ma è una provocazione che fa riflettere anche la Valsesia.

Sindaco mette in vendita il suo Comune: «Siamo troppo piccoli, non abbiamo risorse per andare avanti». Accade nel Lecchese, ma il borgo è molto più grande di tanti paesi della Valsesia.

Sindaco mette in vendita il Comune: «Siamo troppo piccoli»

Settecento abitanti sono troppo pochi: e il sindaco mette “in vendita” il suo Comune. Accade nel Lecchese, ma è una situazione che fa riflettere parecchio anche in Valsesia, visto che la situazione è uguale. Anzi peggiore, visto che in alta valle quasi tutti i paesi sono ben più piccoli, dal punto divista dei residenti. Il Comune legcchese è quello di Eino Lario: qui la piazza è in vendita per 350mila euro, la via crucis per 600mila, il municipio quello viene più a buon mercato… “solo” 200mila euro. Il sindaco Pietro Pensa ha deciso di mettere in atto questa provocazione per un motivo molto semplice: «Siamo soli a lottare contro lo spopolamento e non abbiamo più risorse».

Tanti cartelli

Come racconta il quotidiano online giornaledilecco.it, fa sul serio, il primo cittadino. Tanto che i cartelli “Vendesi” tappezzano tutto il borgo ed è stato creato anche un sito Internet ad hoc: VendesiEsino.it. Attraverso un video, il sindaco ha deciso di spiegare le ragioni del suo gesto destinato a far discutere e, si spera, riflettere, sulla situazione degli enti locali in generale e dei piccoli Comuni in particolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente