Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Sul Monte Rosa a 4000 metri con scarpe da ginnastica, felpa e pantaloni corti
Attualità Fuori zona -

Sul Monte Rosa a 4000 metri con scarpe da ginnastica, felpa e pantaloni corti

La foto diffusa dal Soccorso alpino per mostrare come non si deve salire in alta montagna.

Sul Monte Rosa a 4000 metri con scarpe da ginnastica, felpa e pantaloni corti. La foto diffusa dal Soccorso alpino per mostrare come non si deve salire in alta montagna.

Sul Monte Rosa a 4000 metri con scarpe da ginnastica, felpa e pantaloni corti

«Capita – ma non dovrebbe capitare – che qualcuno affronti l’alta montagna come se andasse a fare una passeggiata in centro città con scarpe da ginnastica, pantaloncino corto e felpa. È accaduto sulla via normale del Breithorn, in Valle d’Aosta, dove diversi alpinisti hanno incontrato a circa 4000 metri di altitudine un uomo male equipaggiato per quel tipo di ambiente».

E’ quanto scrive il Soccorso alpino sulla propria pagina Facebook commentando una foto inviata da qualche alpinista. Il volto dell’uomo è stato reso irriconoscibile, ma l’abbigliamento si vede benissimo.
LEGGI ANCHE: Sui crepacci a cercare il segnale e a scattare selfie

L’appello: in montagna con consapevolezza

Il Soccorso invita tutti a condividere il post per sensibilizzare sul corretto approccio alla montagna. Ovviamente sono arrivati commenti ben immaginabili all’indirizzo dell’alpinista vestito come fosse in centro città. Ma «il nostro intento non è quello di raccogliere insulti o critiche nei commenti, ma di sensibilizzare. Invitiamo dunque a commentare senza insulti e in maniera ragionevole, nonostante comportamenti come quelli in foto non siano assolutamente ragionevoli».

Un Commento

  • cip cip bau bau buuuuu ha detto:

    comportamenti da bullismo contro la natura del ragazzo con quel abbigliamento, si sentono più forti di chissà chi, meno che te la aspetti l’imprevisto di maltempo, poi pagano il prezzo del rischio, ma sopra tutto fanno poi muovere tutto il comparto dei soccorsi a spese della collettività, e se succede il peggio, poi dicono che era un bravo ragazzo e santo di cervello, e le cronache alimentano di moralismi, x me li dovrebbero già fermarli in paese quando li vedono affrontare le camminate ad alta quota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *