Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Vaccinazioni Valsesia: si parte con le case di riposo
Attualità Borgosesia e dintorni -

Vaccinazioni Valsesia: si parte con le case di riposo

Prime dosi anche a ospiti e personale nelle Rsa della zona. Nei giorni scorsi si erano presentati gli operatori della Croce rossa.

Vaccinazioni Valsesia: si parte con le case di riposo. Prime dosi anche a ospiti e personale nelle Rsa della zona. Nei giorni scorsi si erano presentati gli operatori della Croce rossa.

Vaccinazioni Valsesia: si parte con le case di riposo

Prosegue la campagna di vaccinazione anti-Covid. Dopo il personale ospedaliero, in questi giorni anche alcuni medici di base e pediatri hanno iniziato a sottoporsi all’iniezione, così come diversi volontari della Croce rossa, e da questa settimana inizia la fase dedicata alle Rsa. Si punta a concludere la prima fase per la fine di febbraio, in modo da poter iniziare a marzo l’immunizzazione di anziani, malati cronici, patologici gravi e lavoratori che rientrano nelle categorie a rischio.
LEGGI ANCHE: Ospedale di Borgosesia: boom di nati nell’anno nero del Covid

Prime dosi nelle case di riposo

Un passaggio importante inizia questa settimana: da ieri, lunedì 11 gennaio, sono iniziate le vaccinazioni nelle case di riposo della provincia. Sono una cinquantina, per circa 1600 assistiti. Il vaccino sarà somministrato a chi ha dato disponibilità e agli operatori sempre su su base volontaria: secondo le previsioni dell’Azienda sanitaria, l’adesione sfiora il 70 per cento.

Al via anche per la Croce rossa

La campagna di vaccinazione anti-Covid è iniziata anche per i volontari del comitato di Borgosesia della Croce rossa (nella foto, la presidente Daniela Denicola). Proteggersi è un dono che ci è stato dato – sottolineano dalla sede Cri – e noi abbiamo aderito a questa campagna che potrà facilitare l’uscita da questo difficile e doloroso momento». Da marzo si passerà alle fasce più anziane della popolazione, malati cronici e patologici gravi, lavoratori a rischio, mentre per terza fase che coinvolgerà tutta la popolazione si dovrà attendere l’estate.
LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *