Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valduggia, in pensione la maestra Lidia
Attualità Borgosesia e dintorni -

Valduggia, in pensione la maestra Lidia

Per dirle grazie colleghe e amici hanno organizzato una festa al salone polivalente

Nel settembre del 1980 Lidia Braga entrò per la prima volta alla scuola dell’infanzia di Valduggia come maestra. Ora è pronta per la pensione e qualche giorno fa, in occasione della festa di fine anno, con le lacrime agli occhi e la voce rotta dall’emozione, ha salutato i “suoi” bambini. E’ stata la maestra per centinaia e centinaia di alunni: «Non so quanti bambini ho visto crescere – racconta -: sono stati  tantissimi e di ciascuno conservo un meraviglioso ricordo. Ho avuto anche bambini che sono figli di miei precedenti alunni». Per dire grazie a Braga, in occasione del saggio conclusivo della scuola materna, colleghe e amici hanno organizzato una festa a sorpresa al polivalente: «Non me lo aspettavo assolutamente – dice -. Avevo detto che non avrei voluto nulla, invece che meravigliosa sorpresa mi è stata fatta. Avrei voluto ringraziare a uno a uno tutti i bambini che ho seguito in questi quarant’anni, perchè loro mi hanno dato proprio tanto, non ci sono parole per spiegare ciò che ho ricevuto. Mi hanno riempito il cuore con i loro sorrisi, gli abbracci e la voglia di crescere. Nei loro occhi ho sempre visto gli occhi dei miei figli». 

La donna, residente a Grignasco, ha percorso per quasi quarant’anni tutte le mattine la strada che conduce a Valduggia: «Percorrere quel tratto di strada era ormai un’abitudine, che affrontavo con il sorriso e la voglia di entrare a scuola – dice –. Può sembrare strano, ma anche se pioveva o nevicava guidavo serena perchè sapevo quello che trovavo quando arrivavo sul posto di lavoro.  Se tornassi indietro rifarei tutto, e se possibile ci metterei ancora più cuore».

Da settembre la mastra Lidia non entrerà più a scuola: «Sarà un tormento per me affrontare la pensione – continua -. Molte persone la aspettano con gioia e serenità, per me è il contrario. Mi mancherà quella meravigliosa abitudine di andare a scuola dai miei bambini, ne sto soffrendo già da qualche tempo perchè ogni giorno che finiva era un giorno in meno da stare a scuola. Avrò altri impegni, anche quelli che in qualche modo forse ho sempre messo da parte, ma sono sicura che ogni tanto andrò a trovare la “mia” scuola».

E l’altra sera, durante il saggio conclusivo della scuola dell’infanzia, la maestra Lidia è diventata la protagonista: inizialmente i giovanissimi alunni hanno messo in scena la storia di “Pierino e il lupo”, successivamente sono stati  consegnati gli attestati e i classici “tocchi” ai quindici bimbi che il prossimo anno entreranno alla scuola primaria. In seguito è arrivato il momento dei saluti alla maestra: i bambini hanno creato un grande cuore come fosse un puzzle per la loro insegnante. La festa è terminata con il lancio dei palloncini colorati.

Articolo precedente
Articolo precedente