Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo saluta il partigiano Elio Dalberto
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo saluta il partigiano Elio Dalberto

Fece parte della 6ª Brigata d’assalto Garibaldi “Nello”

varallo saluta

Varallo saluta uno dei protagonisti della Resistenza: il partigiano Elio Dalberto si è spento il 25 ottobre.

Varallo saluta Elio

Lutto a Varallo per la perdita di una delle voci storiche della Resistenza: si è spento Elio Dalberto, scomparso a pochi giorni di distanza da Giovanni Delgrosso, a sua volta partigiano. Originario di Morca, è spirato a Casa Serena, dove era ospite da qualche anno. Era iscritto alla sezione di Varallo e alta Valsesia dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia.

La brigata Nello

I due varallesi avevano condiviso gli anni della lotta partigiana: «Avevano combattuto nella stessa brigata – riferisce il presidente dell’Anpi Bruno Rastelli – , la 6ª Brigata d’assalto Garibaldi “Nello”, dal nome del comandante Nello Olivieri. Nato a La Spezia il 31 dicembre 1914, ufficiale dell’esercito, Medaglia d’argento al valor militare alla memoria, Olivieri dopo l’8 settembre 1943 entrò nella Resistenza e iniziò a organizzare il movimento partigiano in Lunigiana che, nel marzo del 1944, si portò in Valsesia. Nelle formazioni garibaldine comandate da Cino Moscatelli, l’ufficiale ottenne ben presto il comando di un battaglione che si distinse nei combattimenti per la difesa della zona libera della Valsesia. Quando i fascisti ripresero il controllo della valle, Olivieri riorganizzò le forze partigiane locali, riuscendo in breve tempo a costituire la Brigata Garibaldi “Rocco”, che fu una delle più combattive nella zona. Nello Olivieri fu ucciso mentre si apprestava ad attaccare il presidio nazifascista di Montrigone: cadde in un’imboscata tesagli da fascisti travestiti da partigiani. Dopo la morte di Olivieri, la Brigata “Rocco” prese il suo nome».

L’ultimo saluto

Elio Dalberto è stato sepolto a Morca sabato 27 ottobre. L’uomo lascia i figli Bruno e Donatella con le rispettive famiglie, il fratello Franco e numerosi parenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente