Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Zelante vicino segnala ai carabinieri un assembramento in appartamento: ma finisce in barzelletta
Attualità Fuori zona -

Zelante vicino segnala ai carabinieri un assembramento in appartamento: ma finisce in barzelletta

I carabinieri sono accorsi per un controllo, aspettandosi un mega party: invece hanno trovato sei amici con tanto di mascherine.

Zelante vicino segnala ai carabinieri un assembramento in appartamento: ma finisce in barzelletta. I carabinieri sono accorsi per un controllo, aspettandosi un mega party: invece hanno trovato sei amici con tanto di mascherine.

Zelante vicino segnala ai carabinieri un assembramento

Il Governo ha disposto restrizioni finalizzate a evitare occasioni di contagio: fra queste figura la “raccomandazione” di evitare feste, nonché di ricevere persone non conviventi in numero superiore a 6 nei domicili privati. Una raccomandazione, appunto, che un uomo di Vinovo – nel Torinese – ha preso molto seriamente quando ha avuto il sospetto che ai vicini di casa fosse scappata la mano con gli inviti degli amici. Lo zelante vicino ha quindi avvisato i carabinieri, segnalando una festa a suo avviso pericolosa. Lo riportano i colleghi di Prima Torino.

Ma erano tutti in regola: 6 e con la mascherina

L’altra sera i carabinieri hanno dunque bussato alla porta dei presunti “untori” riscontrando, però, la presenza di sole 6 persone, dotate peraltro di mascherina. E così la spiata si trasforma in una bufala dai contorni vagamenti grotteschi, come una barzelletta che non fa ridere.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

3 Commenti

  • Roberto x ha detto:

    Guarda caso, i CC intervenuti hanno trovato le “canoniche” sei persone con tanto di mascherina; i casi sono due: il vicino zelante preso un abbaglio, oppure il resto dei festanti, avendo avuto qlc sentore,si è prontamente defilato prima dell’arrivo dei CC…🤔

  • umberto ha detto:

    penso proprio la seconda ipotesi

  • Paolo Ziletti ha detto:

    FACESSERO I FATTI LORO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente