Seguici su

Attualità

Nominato il direttore del pronto soccorso di Borgosesia

E’ il dottor Matteo Brustia: lavora al reparto del “Santi Pietro e Paolo” dal 2018.

Pubblicato

il

Nominato il direttore del pronto soccorso di Borgosesia. E’ il dottor Matteo Brustia: lavora al reparto del “Santi Pietro e Paolo” dal 2018.

Nominato il direttore del pronto soccorso di Borgosesia

Da qualche settimana c’è un direttore per il pronto soccorso di Borgosesia: è il dottor Matteo Brustia. «La sua è una nomina nel segno della continuità: dal 2020, quindi sin dai primi momenti dell’emergenza Covid, ha ricoperto il ruolo di responsabile dello stesso pronto soccorso (in cui lavora dal 2018), dove nei prossimi mesi sono previsti lavori di ampliamento dei locali e di rinnovo delle attrezzature mediche per offrire migliori livelli di cura ai pazienti», fanno presente dall’Asl Vercelli.

Tra l’altro, proprio nell’ultimo periodo il pronto soccorso dell’ospedale Santi Pietro e Paolo ha avuto elogi da parte dei pazienti sia per il trattamento ricevuto, sia per la terapia. Di fatto, il medico lavora quindi in una struttura che bene conosce e che ha potuto organizzare al meglio.
LEGGI ANCHE: Rianimazione c’è, mancano i medici: c’è solo la domanda di uno specializzando

Uno specialista in cardiochirurgia

Il dottor Brustia si è specializzato in cardiochirurgia in centri di eccellenza di Italia, Olanda, Belgio e lavora in ambito di emergenza-urgenza dal 2010. Un professionista quindi nel settore.

Intanto l’Asl ha già pubblicato il bando per altri concorsi: in particolare, sono aperti i bandi per due dirigenti medici di medicina emergenza, un dirigente per ortopedia e traumatologia a Borgosesia, tre dirigenti medici di otorinolaringoiatria, due dirigenti medici di medicina interna e due tecnici di laboratorio biomedico. L’obiettivo quindi è andare a completare il quadro del personale entro l’anno.

1 Commento

1 Commento

  1. Maurizio

    28 Novembre 2023 at 5:59

    Sono molto contento una persona molto educata e competente

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *