Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Delitto di Ghemme, lo stalliere accusato anche di maltrattamenti
Cronaca Novarese -

Delitto di Ghemme, lo stalliere accusato anche di maltrattamenti

Confermato l’arresto di Eugen Cimpeanu: emergono episodi di violenza anche con le ex

Omicidio aggravato dai maltrattamenti in famiglia. E’ questo al momento il reato di cui è imputato Eugen Cimpeanu, lo stelliere 32enne di origine rumena che l’altra notte ha tagliato il collo alla sua compagna, Olga Shugai, ucraina di 35 anni. Il delitto è avvenuto nel maneggio “Equi 2000” di Ghemme, nella zona verso Carpignano, azienda dove l’uomo lavorava appunto come stalliere (ma ancora per poco, visto che non gli sarebbe stato rinnovato il contratto dopo il periodo di prova).

Il fatto che nell’imputazione si faccia riferimento ai maltrattamenti indica che per gli inquirenti l’episodio di violenza dell’altra notte sarebbe stato estremo, ma non isolato: si sta infatti cercando di capire se anche nei mesi scorsi il rapporto tra i due avesse avuto episodi in cui lui avrebbe alzato le mani. Una condotta che pare confermata anche nei riguardi di altre precedenti fidanzate. Insomma, per la magistratura pare plausibile che il delitto sia avvenuto nel contesto di un atteggiamento dove la violenza verso la donna era relativamente abituale, da parte dello stalliere. Per il quale è stato confermata la custodia cautelare in carcere.

Articolo precedente
Articolo precedente