Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Funerale fermato da medico legale: sconcerto in Valsessera
Cronaca Sessera, Trivero, Mosso -

Funerale fermato da medico legale: sconcerto in Valsessera

Le esequie erano già state fissate per l'indomani

troppa tristezza

Funerale fermato il giorno precedente alla celebrazione: erano stati disposti nuovi esami.

Funerale fermato a data fissata

La data era già fissata, ma le esequie sono state rimandate. Il funerale di un anziano residente in un centro della Valsessera è stato rinviato all’improvviso il giorno prima della celebrazione. Una notizia che ha sorpreso parenti e amici che lo sono venuti a sapere poche ore prima. Tutto rinviato a data da destinarsi in quanto sono stati disposti nuovi esami sul corpo dell’uomo, un ottantenne la cui scomparsa ora si tinge di giallo.

Il rosario

Eppure le epigrafi erano già state affisse in paese e nei centri vicini subito dopo il lutto. A metà settimana era addirittura stato recitato anche consueto il rosario serale, alla presenza di parenti e amici. La funzione funebre avrebbe dovuto tenersi il giorno successivo ma tutto è saltato. Lo stop è arrivato proprio il giorno della celebrazione: rinviato il funerale e le epigrafi sono state ricoperte in attesa di avere il via libera dalla Procura per celebrare il rito. Il motivo? Ulteriori accertamenti sulla morte, come in effetti potrebbe capitare capitare in questi casi. A volte è una questione di mera precisione per fugare ogni dubbio e comunque tutelare tutti nel caso di dubbi.

La caduta

L’anziano era provvisoriamente ospite in una residenza per anziani della zona, ma qualche tempo prima del decesso era caduto. Un incidente tutt’altro che raro. In ogni caso, l’uomo era stato portato in ospedale per le analisi del caso. Alla fine l’uomo era stato dimesso ed era ritornato nell’istituto per anziani. Qui però le sue condizioni sono peggiorate e alla fine è sopravvenuto il decesso. Visti questi passaggi, evidentemente si vuole capire se nella gestione del caso vi siano state eventuali negligenze da parte di uno dei soggetti coinvolti, quindi presumibilmente l’ospedale o la casa di riposo. Intanto però c’è una famiglia che aspetta di poter dare l’addio al proprio caro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente