Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Invalido vuole uccidersi: la moglie gli mette in mano la pistola
Cronaca Fuori zona -

Invalido vuole uccidersi: la moglie gli mette in mano la pistola

Un caso di coscienza nel Biellese che fa riaprire un difficile dibattito.

Invalido vuole uccidersi per porre fine alle sue sofferenze. A mettergli in mano la pistola è stata la moglie, che adesso però è indagata per “aiuto al suicidio” e rischia una pena da 6 a 12 anni.

Invalido vuole uccidersi: la moglie lo aiuta e finisce indagata

Un caso che fa discutere. Un uomo di 79 anni costretto a letto tra dolori che gli rendono insostenibile la vita. Vuole farla finita, perché non ci sono più speranze. La moglie 70enne, sua compagna da 40 anni, gli porta una pistola Beretta semiautomatica calibro 9. E lui si spara nella tempia. Adesso lei è indagata per il reato di “aiuto al suicidio”, un capo di accusa che prevede pene tra i sei e i dodici anni. Il fatto è accaduto in valle Elvo,  nel Biellese. Maggiori particolari su ecobibiella.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente