Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Padre non accetta che il figlio sia gay: organizza spedizione punitiva per farlo massacrare di botte
Cronaca Fuori zona -

Padre non accetta che il figlio sia gay: organizza spedizione punitiva per farlo massacrare di botte

Un 75enne ha reso impossibile la vita di suo figlio e dell'ex moglie.

Masserano donna

Padre non accetta che il figlio sia gay: organizza spedizione punitiva per farlo massacrare di botte

Padre non accetta che il figlio sia gay: organizza spedizione punitiva per farlo massacrare di botte

Una vicenda drammatica, soprattutto se si pensa al contesto storico in cui è inscritta. Un padre torinese non ha mai accettato l’omosessualità del figlio e, in un’escalation di insulti, diffamazioni, danneggiamenti e aggressioni, è arrivato ad assoldare alcune persone che picchiassero il giovane uomo (un chirurgo) e il suo partner. Lo riporta Prima Torino.

Fa picchiare il figlio perché gay

Quattro anni di insulti e minacce, fino ad arrivare a pagare delle persone che riempissero di botte suo figlio, medico 43enne, e il suo compagno (che finisce al Pronto Soccorso). E poi danneggiamenti, insulti sui social. Questo padre 75enne non se la prendeva soltanto con il figlio ma anche con sua moglie (da cui si è separato) rea di difendere un “finocchio”, come lui ripeteva.
LEGGI ANCHE: Gattinara minaccia di morte il padre

Condannato

Il libero professionista 75enne ha patteggiato due anni di reclusione, per le accuse di stalking e lesioni aggravate. Imputazioni di cui doveva rispondere anche nei confronti della moglie.
LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *